Warning

“Pietre” per ricordare i caduti

Lo scorso fine settimana nell’area monumentale di Nuraghe Chervu, alle porte di Biella, si è svolta l’inaugurazione della posa di lastre di pietra provenienti dai comuni del Piemonte e della Sardegna, sulle quali sono incisi il nome del paese ed il numero dei caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Il sito, che prende il nome dal Torrente Cervo, è dedicato alla Brigata “Sassari” ed ai caduti biellesi del conflitto mondiale. Anche Marene ha inviato la pietra per ricordare i soldati morti e rievocare il dolore delle guerre e dei sacrifici che hanno contribuito alla creazione dell’Italia moderna. Domenica scorsa si è recata a Biella il sindaco Roberta Barbero, accompagnata dall’assessore Marco Racca, dal presidente dell’associazione alpini Antonio Bressi e dall’alpino Francesco Panero.

Questa e altre notizie da Marene a pag. 15