Warning

«Autovelox, ignorati dalla Prefettura»

«Desidero che sia messo a verbale, quanto dico. L’Amministrazione comunale di Cavallermaggiore ha inoltrato una richiesta per il posizionamento di un velox a remoto in località Rivaira. È passato ormai un anno e da parte della Prefettura non c’è stata alcuna risposta». Il j’accuse del sindaco Davide Sannazzaro, nei confronti dell’organo provinciale del Ministero dell’Interno, è arrivato la scorsa settimana nel corso del Consiglio, all’atto della discussione circa l’approvazione della convenzione per l’installazione e l’utilizzo di apparecchiature elettroniche per la rilevazione delle violazioni dei limiti di velocità da parte di enti su strade provinciali.

L'articolo completo è a pag. 10