Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

Residenti in calo a Caramagna

Sono 3.056 gli abitanti di Caramagna al 31 dicembre 2019 (1.513 uomini e 1.543 donne), con una diminuzione di 33 unità rispetto allo stesso periodo del 2018 (1.537 uomini e 1.552 donne). Dati in linea con la media locale che vedono abitanti in calo nelle piccole realtà e numeri crescenti nelle città.

A pag. 14

Tanti giorni di festa

In un anno ricco d’iniziative ed eventi, come il 2019 appena passato, anche il periodo delle festività natalizie alla casa di riposo “San Giuseppe” non è stato avaro di momenti di allegria e festa che hanno coinvolto gli anziani ospiti, grazie alla collaborazione della struttura con enti ed associazioni cittadine. Tra gli appuntamenti delle scorse settimane, il grande pranzo organizzato in sede, cui hanno preso parte gli ospiti accompagnati dai loro parenti. Grazie alla collaborazione tra le scuole e la struttura, 17 dicembre i ragazzi delle classi terze elementari hanno allietato gli anziani con canti e poesie.

Foto e articolo a pag. 14

Sindaci in visita alle scuole elementari

Mercoledì 18 dicembre gli alunni, gli insegnanti ed il collaboratore della scuola primaria hanno ricevuto la visita dei sindaci di Monasterolo e Ruffia Giorgio Alberione e Cristian Ruffino, accompagnati dal vicesindaco Andrea Raspo e dall’ex primo cittadino Marco Cavaglià. Un bell’incontro che ha consentito di scambiarsi gli auguri di Natale con canti, poesie e brani eseguiti al flauto dai ragazzi delle elementari.

A pag. 13

Cantiere a Palazzo Galvagno

Hanno preso il via i lavori di ristrutturazione di Palazzo Galvagno, sede del municipio marenese. Il rinnovamento, per ora, concerne la parte più antica dell’immobile, quella riferita al portico, dove ci sono la casa dell’ex custode ed il vecchio muro. Gli interventi di manutenzione straordinaria riguardano il risanamento e la messa in sicurezza delle parti in muratura (mattoni e ciottoli) ed opere di consolidamento.

A pag. 12

Un anno d’incertezze per la sede alpina

Come nelle vecchie case di un tempo: la canna fumaria che esce dal vetro di una finestra per espellere il fumo nel cortile. Dentro a riscaldare la sede della sezione Alpini di Cavallermaggiore, una vecchia stufa di ghisa a legna. Questo è il quadro invernale della casa delle Penne Nere di via Solferino, locale che, a meno di ripensamenti da parte della proprietà (il Comune), dovrebbe finire sul mercato immobiliare. Una situazione difficile per chi opera da anni, o meglio da sempre, a favore della comunità cittadina, servendola con i propri servizi e che si troverà, forse già quest’anno, costretta al trasloco.

Articolo dedicato a pag. 10

Area Abbonati

In edicola