Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

Prime vittime nei nostri paesi

EMERGENZA - Sono due le persone decedute risultate positive al tampone del Covid-19 nei giorni scorsi. Si tratta di due uomini: uno di Marene e uno di Monasterolo. Morti che ricordano a tutti quanto il virus possa essere pericoloso per tutte quelle persone particolarmente fragili. I contagi, intanto, continuano a salire.

Leggi a pag. 9

«Preoccupazione ma senza allarmismi»

L’epidemia coronavirus tiene desta l’attenzione di ogni categoria, ma in particolare del settore medico che ha il compito primario di fronteggiare l’emergenza. Abbiamo rivolto alcune domande ai due medici che operano sul nostro territorio (Giacomo Panero e Monica Carezzana) per sapere come stanno vivendo questa situazione, se c’è stato troppo allarmismo, più affluenza di pazienti, qual è stata la loro reazione, che cosa si aspettano per il prossimo futuro e se hanno particolari consigli da dare.

Le loro impressioni a pag. 15

Imbrattati muri e l’antica torre

C’è un virus a cui nè la mascherina né la quarantena possono porre rimedio, l’ignoranza. Ignoti, nella notte a cavallo tra venerdì 28 e sabato 29 febbraio, hanno imbrattato muri del centro cittadino. Hanno colpito in particolare la Torre del Vecchio Consiglio, monumento ultra centenario e simbolo del paese, ma anche gli edifici in via Santo Spirito e via Luigi Ornato. L’episodio è stato denunciato sui canali social dal vice-sindaco Marco Osella. Senza mezze misure, Osella ha dichiarato che i filmati delle videocamere presenti in zona saranno a breve visionati ed i colpevoli sanzionati e costretti a ripulire dove hanno imbrattato.

Questa e altre notizie da Caramagna a pag. 13

Un sogno non più così lontano

MARENE - Se ne parla da tempo, ma ora c’è qualcosa di più di una semplice idea: c’è l’affidamento dell’incarico per scegliere il luogo migliore e soprattutto l’impegno della sindaca Roberta Barbero a portare a termine il progetto entro il suo mandato. Il sogno del nuovo istituto scolastico per elementari e medie, immaginato come un college collegato al centro sportivo Avataneo, potrebbe così concretizzarsi in tempi ragionevoli. I sogni si avvicinano.

Leggi tutto a pag. 12

Nuova casa per la stazione di ricarica

Cambia l’ubicazione della colonnina per far il pieno alle auto elettriche, che si sposta da via Fiume a via Roma, nei pressi della rotatoria all’uscita del paese, dove alla destra c’è via San Giorgio e alla sinistra il piazzale Biraghi. «Questo cambio – afferma il sindaco Davide Sannazzaro – è semplicemente legato ai ristretti spazi che si avevano in via Fiume. Dovendo cercare una alternativa, abbiamo optato per questa piazzetta, come luogo ideale per questo progetto». La piazzetta è ancora anonima, non c’è alcuna intitolazione. Pare che nella rivisitazione della toponomastica, il sindaco abbia fatto un pensiero sulla possibile titolazione al dottor Michele Dellavalle, medico che operò per tanti anni a Cavallermaggiore e abitava al “Palasass”, un fabbricato che dista pochi metri proprio da questo spiazzo.

Leggi a pag. 10

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola