Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

«Malata di Covid, mi hanno lasciata sola»

SCARNAFIGI - Scarnafigi può essere definita “Covid free”. Da giovedì scorso nessuno scarnafigese risulta più positivo al coronavirus. «Invitiamo comunque tutta la popolazione a non abbassare la guardia e mantenere ogni precauzione contro il diffondersi del virus», le parole dell’amministrazione Comunale sulla pagina Facebook “Impegno per Scarnafigi”. Nelle settimane cruciali si sono contati nove positivi sul territorio. Elena Audisio è stata l’ultima ad ammalarsi. Sposata con un figlio, ha dovuto chiudersi in una stanza per non correre il rischio di contagiare i familiari. Giovedì scorso l’esito del tampone, negativo per la seconda volta, e il ritorno ad una vita pressoché normale, dopo cinquanta giorni di isolamento.

Il suo racconto a pag. 15

«Basta con gli schiamazzi»

Pugno di ferro del sindaco che ordina, nei fine settimana, la chiusura dell’area adiacente alla scuola materna statale per problemi di ordine pubblico. Nell’ordinanza emessa la scorsa settimana, il primo cittadino pone il divieto di accesso al camminamento lungo la bealera dei Mulini, nel tratto tra l’asilo e via Roma, ma soprattutto dispone il divieto di accesso ai giardinetti posti vicino all’istituto di viale Galilei, dalle 22 alle 8 del giorno successivo di tutti i sabati fino alla fine di giugno. Perché si è arrivati a questo provvedimento? Tutto sarebbe riconducibile – si scrive nel documento - alle ripetute lamentele dei cittadini per gli schiamazzi notturni, iniziati con il via libera dopo il lockdown, durante i weekend a causa di assembramenti dei giovani in una zona poco illuminata, non lontano da esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Nell’area ci sono stati ripetuti interventi delle forze dell’ordine su richiesta dei cittadini che, esasperati, si sono rivolti all’Amministrazione per un’azione che ponga fine ai continui disturbi.

Leggi tutto a pag. 12

Estate Ragazzi cambia ma... c’è!

L’Estate Ragazzi 2020 sarà organizzata in una formula un po’ diversa, rispetto agli anni passati, ma si farà. È quanto scaturito dopo varie riunioni tra l’amministrazione comunale e le associazioni del territorio che, sino ad oggi, si sono occupate di questa organizzazione ludica, per i bambini delle elementari.

I dettagli a pag. 15

Con l’umido cresce la differenziata

Giovedì sera si è riunito il Consiglio comunale, seguendo le indicazioni dettate dalle normative per il contenimento del contagio da Covid. I consiglieri si sono radunati nel salone conferenze al primo piano ed hanno rigorosamente mantenuto le distanze l’uno dall’altro. Si è discusso di investimenti 2019, rifiuti, estate ragazzi, scuola e cimitero.

Per saperne di più leggi a pag. 17

Si torna a giocare tra mille incertezze

Con la ripresa di quasi tutte le attività, pur mantenendo dovute precauzioni, anche il mondo sportivo caramagnese si prepara a ripartire. Resta qualche incognita perchè sono tante e rigide le restrizioni e tutto fa pensare a come siamo ancora lontani dalla normalità pre-Covid. Nonostante tutto, piano piano, allenamenti e gare riprendono e per questo abbiamo dato uno sguardo alle varie realtà locali per farci raccontare come muovono questi primi passi dopo il lockdown.

A pag. 16

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola