Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

Donazione per l’area giochi

CARAMAGNA - Una nuova area giochi attrezzata verrà allestita in piazza Castello. Il progetto, già approvato dalla Giunta, prevede il rinnovamento nella forma e nelle caratteristiche dello spazio già esistente, con l’utilizzo di giochi moderni ed inclusivi, pertanto utilizzabili anche da bambini con ridotte capacità motorie.

Pensionato muore ribaltandosi con l’auto

SOMMARIVA - Celestino Vietti, pensionato 65enne di Bra (ma da poco trasferitosi a Sommariva) lunedì ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto poco prima delle 19 nell’area artigianale di Caramagna, sulla strada in direzione di Sommariva Bosco. L’uomo ha perso il controllo del mezzo sul quale viaggiava, una Chevrolet Matiz, ed è andato ad urtare un marciapiede per poi terminare la corsa capottando sulla strada.

Per una biblioteca sempre più moderna

MONASTEROLO - L’Amministrazione Comunale anche quest’anno ha ritenuto importante garantire una figura professionale all’interno della biblioteca, la cui priorità sarà di intervenire sul patrimonio per poter arrivare a fornire i libri adatti alle varie esigenze con acquisti mirati per ogni fascia di età. Abbiamo incontrato Valeria Nigro, cui già per il secondo anno è stato dato l’incarico di occuparsi della biblioteca monasterolese (insieme a quella di Cavallermaggiore) per farci dare qualche dettaglio riferito alle scelte dei lettori locali. Per gli adulti i tre libri più richiesti sono Ops di Elisa Maino, La lettera d’amore di Lucinda Riley, Voglio vivere una volta sola di Francesco Carofiglio. Il più letto dei piccoli è invece Un culetto indipendente di José Luis Cortés, Avi. I dati dell’anno da poco concluso evidenziano inoltre un patrimonio librario pari a 7517 volumi, 1109 prestiti effettuati e nove attività svolte con i bambini.

Bilancio più leggero senza via Solferino

CAVALLERMAGGIORE - L’Amministrazione comunale non ha mai fatto mistero di voler alienare l’edificio di via Solferino. In più occasioni, anche attraverso i giornali locali, il sindaco e l’assessore Bertola erano parsi irremovibili sulla decisione di vendere il fabbricato. Più volte era stata usata la parola “razionalizzazione delle proprietà comunali” per far capire come occorresse, anche per ragioni di bilancio, diminuire le spese d’utenza dei vari locali e soprattutto non andare incontro al loro deperimento strutturale, che significava cantieri e ristrutturazioni.

Gli anni d’oro dell’antico feudo

Dopo una serie di restauri, risanamenti conservativi e consolidamenti strutturali durata alcuni anni, una parte del castello è stata destinata a conservare le memorie della scuola elementare che in questo edificio ebbe sede dagli anni Trenta agli anni Settanta del Novecento. Un’altra parte dell’edificio ospita una sezione dedicata a Monasterolo ed ai suoi abitanti nella storia. Infine, una terza è stata dedicata in particolare agli studenti, denominata “Un castello per i bimbi”, che comprende postazioni riguardanti i vari aspetti della vita medioevale, dal cibo alla musica, dalle armi all’abbigliamento, per far conoscere il periodo storico in cui il maniero della nobile famiglia Solaro visse i suoi anni di gloria.

Articolo dedicato a pag. 16

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola