Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

I negozianti si sono organizzati

Venerdì il sindaco di Monasterolo Giorgio Alberione, con un video diffuso sui canali social, ha confermato la notizia di un monasterolese contagiato da coronavirus, invitando comunque tutti a mantenere la calma e a rispettare le disposizioni del decreto in vigore. Nei giorni successivi anche a Monasterolo si è attivato un servizio di consegna della spesa a domicilio, rivolto in modo particolare a chi ha più di 65 anni, alle categorie protette, alle persone sole e ai disabili. L’iniziativa è dei commercianti locali, in collaborazione con i volontari della Protezione Civile.

Per saperne di più leggi a pag. 16

Preoccupazione e collaborazione

È stata la sindaca Maria Coppola, con un comunicato, a informare la popolazione di un caso di contagio da Covid-19 in paese. Nell’esprimere vicinanza all’ammalato e alla sua famiglia, l’Amministrazione ha anche ricordato tutte le buone regole da seguire per evitare il diffondersi del virus. Ha reagito abbastanza bene la popolazione caramagnese alle disposizioni nazionali che prevedono pesanti restrizioni, essendo ormai tutto il territorio nazionale zona rossa in relazione all’emergenza sanitaria da coronavirus. I servizi di prima necessità sono stati garantiti. Alcuni esercizi commerciali hanno optato per la sospensione volontaria dell’attività, con data di riapertura non definita, mentre la farmacia ed altri negozi di alimentari sono rimasti aperti al pubblico, con le dovute restrizioni.

Tutto a pag. 15

Sono ancora saliti i contagiati in paese

Martedì mattina la sindaca Roberta Barbero ha diffuso un nuovo video per un aggiornamento sulla situazione del contagio da coronavirus. Purtroppo ha dovuto dare notizia del decesso di Giuseppe Biolatto, classe 1939. L’appello precedente della prima cittadina era di rispettare rigidamente le misure restrittive per limitare al massimo l’epidemia. Un’altra notizia poco rassicurante ha dovuto dare Barbero ai marenesi, con un ulteriore aumento delle persone contagiate che da sei sono passate a otto.

Di più a pag. 14

Contromisure all’epidemia

Anche Cavallermaggiore sta affrontando l’emergenza Coronavirus che ha colpito massicciamente l’Italia. Ormai da un paio di settimane è attiva l’Unità di Crisi locale presieduta dal sindaco Davide Sannazzaro. «Ogni giorno verso le 19 – dichiara il primo cittadino – sento il comandante della stazione dei carabinieri di Cavallermaggiore per fare il punto della situazione. Al momento (martedì 17 marzo, ndr) non abbiamo casi di contagio in paese e le norme imposte dal decreto nazionale vengono rispettate dai nostri concittadini con ragionevole disciplina». Da inizio settimana, il Comune attiverà un servizio in collaborazione con la Croce Rossa di Racconigi per la consegna della spesa alle persone con disabilità. Sempre in città, in tante zone abitative sono anche comparse le lenzuola con la scritta: “Andrà tutto bene” e da parte della Cooperativa Laboratorio, davanti al Comune è stato esposto un lenzuolo arcobaleno.

Articolo completo a pag. 12

Prime vittime nei nostri paesi

EMERGENZA - Sono due le persone decedute risultate positive al tampone del Covid-19 nei giorni scorsi. Si tratta di due uomini: uno di Marene e uno di Monasterolo. Morti che ricordano a tutti quanto il virus possa essere pericoloso per tutte quelle persone particolarmente fragili. I contagi, intanto, continuano a salire.

Leggi a pag. 9

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola