Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

Per una biblioteca sempre più moderna

MONASTEROLO - L’Amministrazione Comunale anche quest’anno ha ritenuto importante garantire una figura professionale all’interno della biblioteca, la cui priorità sarà di intervenire sul patrimonio per poter arrivare a fornire i libri adatti alle varie esigenze con acquisti mirati per ogni fascia di età. Abbiamo incontrato Valeria Nigro, cui già per il secondo anno è stato dato l’incarico di occuparsi della biblioteca monasterolese (insieme a quella di Cavallermaggiore) per farci dare qualche dettaglio riferito alle scelte dei lettori locali. Per gli adulti i tre libri più richiesti sono Ops di Elisa Maino, La lettera d’amore di Lucinda Riley, Voglio vivere una volta sola di Francesco Carofiglio. Il più letto dei piccoli è invece Un culetto indipendente di José Luis Cortés, Avi. I dati dell’anno da poco concluso evidenziano inoltre un patrimonio librario pari a 7517 volumi, 1109 prestiti effettuati e nove attività svolte con i bambini.

Bilancio più leggero senza via Solferino

CAVALLERMAGGIORE - L’Amministrazione comunale non ha mai fatto mistero di voler alienare l’edificio di via Solferino. In più occasioni, anche attraverso i giornali locali, il sindaco e l’assessore Bertola erano parsi irremovibili sulla decisione di vendere il fabbricato. Più volte era stata usata la parola “razionalizzazione delle proprietà comunali” per far capire come occorresse, anche per ragioni di bilancio, diminuire le spese d’utenza dei vari locali e soprattutto non andare incontro al loro deperimento strutturale, che significava cantieri e ristrutturazioni.

Gli anni d’oro dell’antico feudo

Dopo una serie di restauri, risanamenti conservativi e consolidamenti strutturali durata alcuni anni, una parte del castello è stata destinata a conservare le memorie della scuola elementare che in questo edificio ebbe sede dagli anni Trenta agli anni Settanta del Novecento. Un’altra parte dell’edificio ospita una sezione dedicata a Monasterolo ed ai suoi abitanti nella storia. Infine, una terza è stata dedicata in particolare agli studenti, denominata “Un castello per i bimbi”, che comprende postazioni riguardanti i vari aspetti della vita medioevale, dal cibo alla musica, dalle armi all’abbigliamento, per far conoscere il periodo storico in cui il maniero della nobile famiglia Solaro visse i suoi anni di gloria.

Articolo dedicato a pag. 16

Avis sempre più attiva a Caramagna

Si è svolta sabato in sala Consiglio l’assemblea annuale promossa dalla locale sezione Avis, presieduta da Claudio Bono, segretario Andrea Becchio. Bono ha illustrato brevemente la storia della sezione, dalla sua fondazione (21 novembre 1965), fino ai giorni nostri, presentando l’attuale direttivo in carica. Sono 20 i nuovi soci (6 quelli cancellati perché inattivi) per un totale di 154 donatori, di cui 28 emeriti. Sono 45 le donatrici, 34 i donatori sotto i 35 anni e 107 sotto i 55 anni. Sono state 311 le donazioni lo scorso anno, con un lieve incremento rispetto al 2018.

Tutto a pag. 15

Lavoro e sicurezza ricordando Gibri

Era il 29 agosto 2018 quando Gabriele Alladio, giovane agricoltore marenese, perdeva la vita in seguito ad un incidente sul lavoro. L’attività che più amava svolgere, che praticava con passione, gli è stata fatale. A quasi due anni da quando Gibri ha salutato il mondo terreno, è nata un’associazione culturale che porta il suo nome. A crearla sono stati Vittorio Manghisi (padrino di Gabriele) e Sabrina (sua sorella), con il forte appoggio e sostegno dei genitori del giovane.

Per saperne di più leggi a pag. 14

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola