Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

Punto di incontro oltre che negozio

Sabato pomeriggio si è svolta l’inaugurazione del negozio “Il mondo a colori di Giò” in via Roma a Monasterolo. Un nuovo servizio che offre articoli di cartolibreria, giocattoli, merceria e soprattutto che si pone come punto di incontro per grandi e piccoli. Ne parliamo insieme a Sabrina D’Agostaro, che gestisce il punto vendita.

Intervista a pag. 12

Quattro anni senza Antonio Allemandi

Sabato 23 febbraio alle 18 nella chiesa parrocchiale sarà celebrata una messa in ricordo di Antonio Allemandi, nel quarto anniversario. Antonio era partito da Marene tanti anni fa (più di 20) alla volta dell’Africa, per aiutare, per dedicarsi agli altri, per occuparsi di bambini ammalati, di asili, chiese e di ospedali con vivo e contagioso entusiasmo. Era un missionario laico e aveva portato il suo sapere e le sue capacità nel continente nero, precisamente in Tanzania.

A pag. 13

Giacomo alla guida dei robot spaziali

«Comandare un robot nello spazio? Io l’ho fatto». Questa è la risposta che potrebbe un giorno dare il 18enne caramagnese Giacomo Olivero che insieme ad un gruppo di compagni di scuola dell’istituto Vallauri di Fossano ha conquistato la finale di “Zero Robotics”, competizione internazionale di robotica organizzata dal Mit di Boston in collaborazione con la Nasa e, tra gli altri, il Politecnico di Torino. La sfida consisteva nel creare un programma in grado di far funzionare in modo efficiente alcuni robot destinati alla raccolta di detriti spaziali. Queste piccole macchine a forma di sfera che fisicamente fluttuano all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, in orbita intorno al nostro pianeta, possono essere comandate da lunghe distanze, addirittura dalla Terra.

Di più a pag. 14

Ucciso in strada a colpi di pistola

FAULE - Sabato sera sulla provinciale tra Carmagnola e Casalgrasso, un uomo di origini indiane residente a Faule (ma viveva a Racconigi) è stato ucciso da un suo connazionale durante un regolamento di conti: la vittima è stata raggiunta da alcuni colpi di pistola, mentre era in auto. Arrestato l’autore del gesto che, fermato poche ore dopo dai carabinieri, ha confessato. Altre tre persone sono state denunciate perché coinvolte nell’agguato.

A pag. 15

La cicogna è tornata

Sabato scorso, per un paio d’ore, l’Amministrazione di Cavallermaggiore ha vissuto momenti di panico. Sui cieli della città è tornata a svolazzare la cicogna – guarda un po’ – proprio sulla vecchia torre civica, antica sua abitazione rimossa e gettata a suo tempo in discarica. La vicenda finita sui media nazionali (con parentesi in radio con Luciana Littizzetto) era nata a metà gennaio dello scorso anno, quando il sindaco Davide Sannazzaro decise di rimuovere il nido dalla torre. Una scelta non facile per il primo cittadino che, fino all’ultimo, era rimasto in dubbio sull’operazione. Poi era arrivata la decisione d’intervenire per eliminare i disagi, soprattutto quelli igienici, sollevati dai proprietari delle abitazioni confinanti.

A pag. 10

Area Abbonati

In edicola