Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Altri

Mancato l’ex sindaco Chiavassa

GENOLA - E’ mancato Matteo Chiavassa, ex sindaco di Genola. L’agricoltore, che risiedeva nella cascina “Brantantonio” in frazione Santa Maria, era molto conosciuto in paese perché durante i suoi 80 anni di vita ricoprì numerosi incarichi nell’Amministrazione comunale ed anche nel mondo della cooperazione. Venne eletto sindaco del paese all’età di 34 anni e resse le sorti del Comune tra il 1967 ed il 1970. Successivamente ricoprì anche la carica di vice-sindaco nel primo mandato di Giovanni Quaglia.

Continua a pg. 19

Marie Elodie è Miss Faule!

FAULE - E’ Marie Elodie Ronco la nuova Miss Faule, elezione che ha chiuso la 18ª edizione della festa della Bagna Caoda.
Diciassettenne di Casalgrasso, al quarto anno del Liceo Scientifico di Lombriasco, nonostante il nome francese, come quello del fratello Etienne, ha famiglia e origini tutte piemontesi.

Ennesimo successo per la bagna caoda

FAULE - Anche quest’anno ospiti, tra gli altri, alcuni amici argentini, legati dal gemellaggio con Humberto I. L’apertura della festa è affidata a Piero Vallero e alla sua Labirinto Orchestra che porta sul palco oltre trenta artisti. In cucina i cuochi hanno lavorato a pieno ritmo al gustoso intingolo che ha reso celebre Faule

Fiamme al mobilificio RG

MURELLO - Nel tardo pomeriggio di martedì, verso le 19, è scoppiato un incendio che ha interessato il tetto di uno dei capannoni dell’azienda RG Mobili di Murello, interamente ricoperto da pannelli fotovoltaici. I vigili del fuoco di Cuneo, Saluzzo e Racconigi hanno domato in fretta le fiamme, impedendo che queste si estendessero al magazzino di mobili sottostante. I pompieri hanno però lavorato fino alle tre di notte per evitare che il fuoco si riattivasse.

Preso rapinatore

CAVALLERLEONE – Il terzo dei rapinatori delle Poste di Cavallerleone, Giuseppe Mattana, è stato arrestato e condannato a tre anni e mezzo di carcere.
Le forze dell’ordine lo hanno rintracciato grazie all’ausilio di Facebook, poichè era amico dell’uomo con cui aveva rapinato l’ufficio postale (insieme anche ad un terzo complice) e che i carabinieri avevano già arrestato.
Gli inquirenti hanno scaricato la sua fotografia da Facebook e l’hanno mostrata all’impiegata delle Poste che lo ha riconosciuto con certezza.
L’imputato, in tribunale, poco prima dell’inizio della discussione, ha confessato e si è dichiarato pentito.
Ha anche risarcito l’impiegata, vittima della rapina, poichè era stata colpita alla testa da una pistola giocattolo ed era rimasta piuttosto traumatizzata dall’evento.
La donna, fra l’altro, si trovava nel suo primo giorno di lavoro.

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola