Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Marene

All’esterno stop alle mascherine

«Mi sembra davvero esagerato, all'aperto, dover usare la mascherina…» con queste parole la sindaca Roberta Barbero scrive una nuova pagina, finalmente positiva, nell’emergenza Covid-19. Dopo la fase pesante dei mesi scorsi, nella quale Marene ha registrato un alto numero di contagi e di decessi ed essendo, a tutt’oggi, rientrato almeno in parte il pericolo (non risultando più casi di positività), la sindaca, rispettando il punto 5 del decreto che consente ai sindaci di adottare propri provvedimenti, ha deciso di non applicare quanto previsto al punto 1 (l'obbligo della mascherina all'aperto dettata dall’ordinanza regionale dal presidente Alberto Cirio), permane quanto previsto al punto 3 che dispone il vincolo della protezione delle vie respiratorie nei luoghi chiusi, o all’aperto, in determinati casi specifici.

Questa e altre notizie da Marene a pag. 14

«La materna deve andare avanti»

Con la pandemia anche le scuole paritarie rischiano di pagare un prezzo altissimo. In paese la materna “Santa Teresa del Bambin Gesù” è paritaria e il presidente, Donato Fabio, spiega: «è doverosa una premessa. Quella che si è delineata a seguito del Covid-19 è una situazione di emergenza di caratura mondiale, una emergenza innanzitutto di natura sanitaria. Premesso ciò, è logico sperare che il virus venga debellato prima possibile affinché non ci siano più contagi e le conseguenze non sfocino in eventi drammatici, come quelli vissuti negli ultimi mesi, anche qui».

Intervista al presidente Donato Fabio a pag. 15

Tornerà il nostro Centro anziani

Da più di due mesi il Centro Incontro Anziani è chiuso come, del resto, tutti i luoghi di incontro ed aggregazione. Abbiamo incontrato la presidente Franca Nervo e con lei abbiamo parlato di questo lungo periodo di interruzione e di un’eventuale ripartenza.

Intervista a pag. 14

Bottiglietta e paletta per Fufi

Si dice che pestarla porti fortuna ma quando succede, le parole che vengono in mente sono tante e non sicuramente quelle per ringraziare la buona sorte... E sicuramente non è nemmeno piacevole girare per le strade del paese e vedere qua e là i tanti “ricordi” del passaggio di cagnolini che i loro padroni non hanno voluto raccogliere. Occuparsi delle deiezioni canine è un obbligo previsto dalla legge, nonché un preciso ed imprescindibile dovere civico. La sindaca Roberta Barbero si è voluta, però, occupare non solo delle deiezioni “solide” ma anche della pipì dei nostri amici a quattro zampe: «Ho deciso che, come altri Comuni in Italia, era ora di adottare un provvedimento che imponesse ai proprietari dei nostri amici di pulire laddove i cani fanno la pipì. È sufficiente portarsi dietro una bottiglietta d’acqua».

Leggi tutto a pag. 14

Azienda in campo per l’emergenza

Da quando il Covid-19 ha colpito anche la scuola fermando le lezioni, per facilitare gli studenti a seguire la didattica da casa l’azienda marenese Microplus Informatica Srl, attraverso la collaborazione del Comune e della Protezione Civile, ha offerto il proprio supporto donando, in comodato d’uso gratuito fino al termine dell’emergenza, dei computer da assegnare alle famiglie marenesi che ne fanno richiesta. La Microplus Informatica, con sede principale a Marene e con uffici a Parigi, Losanna e Praga, è stata fondata ad inizio 2000, dai tre soci: Fiorenzo Fissore di Bra, Maurizio Destefanis di Canale e Mauro Cedrani di Marene, ma già prima di quella data i suoi membri erano attivi nel mondo del cronometraggio, dell’elaborazione dati e per la produzione della grafica televisiva per eventi sportivi, principalmente come componenti della Federazione Italiana Cronometristi.

Intervista a pag. 14

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola