Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Monasterolo

I ricordi che ci legano a don Musso

La recente scomparsa di don Giovanni Musso ha toccato profondamente la comunità monasterolese, dove l’amato parroco è stato presente per tanti anni, lasciando una traccia profonda nelle persone e anche nella storia della chiesa che con lui ha visto i festeggiamenti per i cento anni dalla costruzione. Impossibile inoltre dimenticare che a don Musso si deve la nascita dell’oratorio.

A pag. 12 ripercorriamo, anche fotograficamente, alcuni dei momenti più significativi vissuti insieme.

L’addio a don Giovanni Musso

Parroco per intere generazioni, don Giovanni Musso è morto la scorsa settimana a 99 anni, di cui 48 alla guida della parrocchia di Monasterolo. Originario di Castelnuovo Don Bosco, era arrivato in paese nel ‘57, dove rimase fino al 2005.

Ampio articolo a pag. 13

L’asta benefica di Sant’Antonio

I rettori della festa di Sant’Antonio, Samuele Astegiano e Emanuele Bollati, domenica hanno lodevolmente portato a termine il loro compito con la realizzazione dell’asta, del pranzo con il Val Varaita Catering e della lotteria. L’asta è stata condotta da Tonino Prochietto, il “Mike Bongiorno” della situazione, con grande successo di pubblico e ottima partecipazione da parte degli acquirenti. Sono stati venduti formaggi, prosciutti, conigli, capponi, un maialino e un bellissimo agnellino nero.

Foto e articolo a pag. 15

Si è spenta, a 101 anni, la contessa Galateri

Sabato 26 gennaio la città di Torino ha rivolto l’ultimo saluto alla contessa Carla Galateri Fontana, mancata a 101 anni nella sua casa di piazza Vittorio. La cerimonia funebre è stata celebrata nella parrocchia della Santissima Annunziata con la commovente animazione dei numerosi nipoti e pronipoti. I sacerdoti hanno ricordato l’apertura di mente e di cuore della contessa, rivolta alla sua grande famiglia ma anche alla comunità ecclesiale: «Nella vita di ogni persona c’è sempre un oltre sia in senso laico che religioso. Carla ha raggiunto questa nuova dimensione nella quale ha sempre creduto e sperato. Di là continuerà ad essere un punto di riferimento per tutti coloro che l’hanno amata». La sua scomparsa è stata molto sentita a Monasterolo, dove poco più di un anno fa ha festeggiato il suo centesimo anno di età nella Villa Fontana.

Un lungo articolo è dedicato alla contessa a pag. 13

«Lavoravo a maglia giorno e notte»

Si conclude questa settimana la rassegna delle signore novantenni di Monasterolo con l’intervista a Mariangela Galletto Viano, nata e sempre vissuta a Monasterolo.

Leggi a pag. 12