Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Caramagna

Conclusa la piazzetta delle Penne Nere

La Caramagna postlockdown sta cambiando in parte la propria fisionomia, con un’opera di restyling che le sta regalando un volto più bello ma anche funzionale. Da inizio maggio si sono aperti diversi cantieri con interventi a breve e medio termine.

Articolo a pag. 17

Si torna a giocare tra mille incertezze

Con la ripresa di quasi tutte le attività, pur mantenendo dovute precauzioni, anche il mondo sportivo caramagnese si prepara a ripartire. Resta qualche incognita perchè sono tante e rigide le restrizioni e tutto fa pensare a come siamo ancora lontani dalla normalità pre-Covid. Nonostante tutto, piano piano, allenamenti e gare riprendono e per questo abbiamo dato uno sguardo alle varie realtà locali per farci raccontare come muovono questi primi passi dopo il lockdown.

A pag. 16

Contagi azzerati e si avviano i test

«I contagi a Caramagna si sono finalmente azzerati». Ad affermarlo è la prima cittadina Maria Coppola che ha dato la notizia con un certo sollievo. L’invito all’attenzione resta alto, ma sapere che l’emergenza sul territorio si è attenuata è di buon auspicio per tutti. Un segno di ritorno alla normalità è l’organizzazione dell’Estate Ragazzi, rimasta incerta per un po’, date le complicate misure previste per il contenimento del contagio.

A pag. 15

Lievitati i costi alla casa di riposo

La casa di riposo San Giuseppe esce indenne dal periodo di forte emergenza sanitaria. I tamponi effettuati ad operatori e ospiti hanno dato esito negativo. Ma la nota dolente rimangono le spese. «La casa di riposo è una società senza scopo di lucro. Non lesina investimenti per garantire la qualità dell’assistenza, del cibo e dei servizi, cercando al tempo stesso di contenere le rette entro la media o inferiori rispetto alle strutture del territorio, ma questo periodo di pandemia ci sta mettendo a dura prova», spiega Blua. La spesa maggiore è rappresentata dall’acquisto dei dispositivi di protezione, indispensabili per gli ospiti e per il personale. Finora sono stati forniti in autonomia ma i costi mensili sono lievitati di circa 10 mila euro, che comprendono anche l’incremento delle ore dedicate alla pulizia ed alla sanificazione dei locali. Tutto ciò si affianca purtroppo ad una riduzione degli introiti. Da inizio emergenza ad oggi, infatti, si sono liberati dei posti letto, ci sono stati dei decessi ma anche persone rientrate alla propria abitazione. Attualmente i posti liberi sono otto.

A pag. 12

Aree gioco ripensate insieme ai ragazzi

Con i lavori che hanno recentemente interessato l’area giochi di San Rocco, accanto all’omonima cappella, e che prossimamente riguarderanno quella di piazza Castello, Caramagna si candida a diventare un paese sempre più “a misura di bambino”, con un occhio di riguardo anche alle disabilità. Grazie al co-finanziamento (pari al 50%) ottenuto dalla Regione, per un importo di 10.000 euro, sui complessivi 20.195 del progetto totale, sono state posizionate le nuove attrezzature in zona San Rocco, che saranno accessibili anche ai minori con difficoltà motorie. La fornitura comprende una giostra inclusiva modello Carosello, un’altalena a due posti, un gioco a molla, uno scivolo alto 120 cm, un pannello didattico tris, oltre alla pavimentazione in gomma anti-trauma. Presto inizieranno altri interventi nell’area giochi di piazza Castello.

A pag. 16

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola