Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Caramagna

«Alta attenzione su case popolari»

La Giunta si è ufficialmente impegnata a vigilare sull’evoluzione della situazione relativa al piano di edilizia popolare di via Alicia. Riguardo i mancanti versamenti al Comune da parte delle società Cooperativa Edilizia “I Larici” (179.174 euro) e Cooperativa “Benito Atzei” (45.925 euro) per le aree destinate al piano di edilizia popolare (oggi in stato d’incuria e degrado) la segretaria Negri ha chiarito, durante il Consiglio comunale, di essere in costante contatto con l’avvocato Bosco per la difesa in giudizio. L’assessore Chiaraviglio ha spiegato che l’Amministrazione ha preso del tempo prima di intervenire in sede di giudizio, al fine di dare la possibilità alle cooperative di portare a termine i lavori, assecondando le loro promesse che non sono poi state esaudite.

Di più a pag. 17

Case popolari e allagamenti

Gli allagamenti in alcune zone del paese e le case popolari di via Alicia sono al centro delle interrogazioni che il gruppo di minoranza “Caramagna Domani” ha presentato in questi giorni. Le questioni sollevate dai rappresentanti dell’opposizione verranno discusse nella prossima riunione del Consiglio comunale. Il capogruppo Franco Emanuel, in relazione ai lavori per la costruzione della scogliera in via Rovarino, propone di realizzare una nuova tubatura di deflusso (quella esistente risulta attualmente ostruita) sotto la strada provinciale. Oppure, in alternativa, suggerisce altre soluzioni per facilitare il percorso dell’acqua che in caso di esondazione creerebbe danni non solo alla circolazione ma anche alle zone residenziali e industriali. I problemi di allagamenti che preoccupano i consiglieri riguardano anche via San Sebastiano.

Leggi tutto a pag. 12

Campionesse provinciali di scacchi

I ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Caramagna, che fa parte dell’istituto Comprensivo di Cavallermaggiore, hanno partecipato domenica 31 marzo ai campionati provinciali di scacchi che si sono tenuti a Saluzzo. Gli scacchi a Caramagna sono un esempio di continuità verticale: i ragazzi che hanno partecipato al torneo avevano già imparato a giocare alle elementari grazie alle loro insegnanti e ad istruttori federali. Ottimi i risultati conseguiti: la squadra femminile di seconda media si è laureata campione provinciale e parteciperà alle gare regionali che si svolgeranno a Novara mercoledì 10 aprile. Soddisfazione anche per i ragazzi di prima media che, con il terzo posto conquistato, si sono guadagnati la qualificazione sempre ai regionali.

Foto e articolo a pag. 20

Morto l’operaio caduto sul lavoro

È morto giovedì 28 marzo Franco Burdese, l’operaio caramagnese di 50 anni ricoverato al Cto di Torino dopo essere caduto da un’altezza di due metri e mezzo mentre era al lavoro nello stabilimento cittadino Golden Car. Ad oggi (martedì), sono ancora da stabilire le date dei funerali.

 

Di più a pag. 15

Il Merlino diventa riserva naturale

Il Bosco del Merlino diventa ufficialmente riserva naturale ed entra a far parte del Parco Naturale del Monviso. Lo ha deciso il Consiglio Regionale che ha approvato in questi giorni la nuova legge sui parchi e sulle aree protette. Nell’ambito di questa innovazione è stata istituita la riserva naturale del Bosco del Merlino, con un'estensione di 353 ettari.

Di più a pag. 16

Area Abbonati

In edicola