Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cavallermaggiore

«Savigliano lottizza il nostro sport!»

Un anno fa, di questi tempi, Cavallermaggiore festeggiava le imprese sportive del football americano (Black Bills vincitori del campionato italiano di A2), del calcio femminile (le Apine vincitrici della Coppa Piemonte) e del calcio a 5 (il Time Warp otteneva la promozione in serie B). Oggi i Bills sono scomparsi, le Apine sono emigrate e il Time Warp è sceso bruscamente di categoria. Magia finita, o se preferite semplicemente un ciclo che si è esaurito.

Biblioteca prossima al trasloco

Presto, prestissimo, si tornerà a parlare del progetto che riguarda la ricollocazione della biblioteca civica “Nuto Revelli” di Cavallermaggiore. Il tema, evidenziato nelle ultime comunali del 2016 dalla lista “Cavallermaggiore Viva”, dopo un confronto aperto con il Consiglio di biblioteca portato avanti in questi anni, si appresta a vivere la sua fase conclusiva con la scelta di quella che sarà la struttura in cui ospitare nei prossimi anni il polo librario cittadino.

Anna guida il Consiglio dei ragazzi

Il nuovo Consiglio sarà formato dal sindaco Anna Sannazzaro (figlia del sindaco Davide Sannazzaro) e dai consiglieri: Davide Audisio, Giovanni Isoardi, Alessandra Botta, Maria Allasia, Anna Castellano, Giacomo Donda, Luca Giordano, Emma Iacolino, Caterina Allasia e Alberto Gramaglia. L’assessore all’Istruzione Sandra Bergesio, nel suo intervento ha spiegato agli studenti più piccoli come è strutturato il Consiglio comunale dei ragazzi, quali sono i suoi compiti e le sue responsabilità, mentre il sindaco uscente, Martina Olivero, ha parlato di una esperienza di crescita che le ha permesso di allargare le sue conoscenze in modo positivo con il mondo dei grandi.

Il paese dei graffiti

Il fine settimana è stato un’esplosione di arte e colori con i writer che a Cavallermaggiore, Marene, Murello e Caramagna hanno dato nuova vita alle pareti di scuole ed edifici privati. Sull’onda dell’entusiasmo di un evento che, partito proprio da Cavallermaggiore ha ottenuto consensi anche in paesi vicini, il sindaco Davide Sannazzaro non esita a rivendicarne la paternità proponendo di proclamare il paese che amministra “la città dei graffiti”. «Intendiamo dare un segnale concreto a questa manifestazione esponendo sotto il cartello Cavallermaggiore proprio la scritta “La città dei graffiti”», è stato il commento del primo cittadino, pronto a dar seguito all’idea lanciata l’anno scorso anche per valorizzare turisticamente il paese.

Dov’è finita la fontanella?

Piazza Vittorio Emanuele è orfana della sua fontana. Con i lavori all’ex ala comunale, venne smantellata e nessuno pensò a ricollocarla. L’allora sindaco ammette: «Fu una nostra dimenticanza». Nemmeno il suo successore restituì l’acqua ai cavallermaggioresi, compito che potrebbe toccare all’attuale primo cittadino Sannazzaro.

Approfondisci in prima e a pg. 14

Area Abbonati

In edicola