Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cavallermaggiore

Dov’è finita la fontanella?

Piazza Vittorio Emanuele è orfana della sua fontana. Con i lavori all’ex ala comunale, venne smantellata e nessuno pensò a ricollocarla. L’allora sindaco ammette: «Fu una nostra dimenticanza». Nemmeno il suo successore restituì l’acqua ai cavallermaggioresi, compito che potrebbe toccare all’attuale primo cittadino Sannazzaro.

Approfondisci in prima e a pg. 14

Allarme per il Maira in piena

CVALLERMAGGIORE - In tanti decenni, anche pesanti dal punto di vista di esondazioni del Maira a Cavallermaggiore, mai si era vista una quantità così impressionante di legna ostruire il ponte della Provinciale per Monasterolo - Saluzzo. Per liberare le arcate, si è chiuso al traffico il tratto del ponte e poi si è cominciato a lavorare intensamente per tutta la giornata di sabato 5 maggio, a partire dalla 7 di mattina fino alle 17 del pomeriggio. I “ragni” hanno raccolto i tronchi di alberi e ramaglie di una certa dimensione sul ponte, da dove sono partiti per tutto il giorno camion per depositare la legna nei pressi dello stadio San Giorgio.

Strade da asfaltare ma mancano i soldi

Il tema legato alle pessime condizioni di alcune strade urbane di Cavallermaggiore, che necessitano di un intervento di asfaltatura, è approdato in Consiglio comunale venerdì 27 aprile. A sollevare la questione è stato il gruppo di minoranza che, con una interrogazione, ha chiesto lumi su possibili interventi al manto stradale, ma anche per una giusta manutenzione riguardo la segnaletica stradale e l’illuminazione. Nell’analisi fatta dall’assessore Federico Bertola, si è sostanzialmente detto che per l’anno in corso non ci sono risorse per grandi interventi di asfaltature, anche perché non sono andati a buon fine alcuni bandi cui il Comune ha partecipato.

Necroforo licenziato, la parola al sindaco

Si è conclusa con il licenziamento dell’operatore necroforo-cantoniere, la lunga querelle che ha visto contrapposti più volte nelle aule del Tribunale, da una parte un dipendente comunale e dall’altra l’Amministrazione cittadina di Cavallermaggiore. Con la decisione assunta dalla Giunta ad inizio della passata settimana, ora si apre un nuovo scenario per i nostri cimiteri ed il loro relativo servizio. Ne parliamo con il primo cittadino Davide Sannazzaro.

Signor sindaco, lei conferma il licenziamento dell’addetto al cimitero?
«Confermo. Per ragioni di privacy non voglio entrare nel merito della questione».

Tutti i dettagli a pag. 11

La città premia i suoi fedeli al lavoro

Dal 2000, nell’ambito della fiera di San Giorgio, l’Amministrazione comunale di Cavallermaggiore riconosce un premio di fedeltà alla professione. Quest’anno la cerimonia in programma domenica 22 aprile alle ore 11 in piazza Vittorio Emanuele, vedrà premiate con un attestato di riconoscenza, tre categorie di lavoratori: per il settore commercio Giovanni Carlo Gastaldi, per l’agricoltura Giuseppe Toselli e per l’artigianato Bartolomeo Rabbia.

Area Abbonati

In edicola