Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cavallermaggiore

«Il progetto sui passaggi a livello c’è»

La notizia dell’eliminazione di quattro passaggi a livello a Racconigi sulla linea ferroviaria Torino-Savona riapre il dibattito su quanto potrebbe accadere anche a Cavallermaggiore. Su questo delicato tema (in città sono presenti due passaggi con situazioni a volte molto caotiche), abbiamo tastato il polso del primo cittadino per avere qualche ragguaglio in più.

L'intervista a pag. 14

Le tracce lasciate dalle pagine dei libri

Le “Tracce”, intese come segni lasciati dall’uomo nella storia, nell’arte, sul territorio e nello sport, sono il tema conduttore della XXV edizione della Mostra del Libro di Cavallermaggiore, in programma questo weekend (1 e 2 dicembre).

Tutto il programma a pag. 10

Venti occhi elettronici per la sicurezza

Bel colpo per Cavallermaggiore che si porta a casa un bel po’ di quattrini sul bando varato dal Ministero dell’Interno relativo alle dotazioni da parte dei Comuni italiani degli impianti di videosorveglianza. Il progetto cavallermaggiorese, nella graduatoria finale è arrivato al 90° posto, preceduto nell’ambito provinciale soltanto da quelli di: Salmour (24° posto), Genola (71°) e Trinità (75°). Con questo finanziamento, si tratta di 55 mila euro che giungeranno nelle casse comunali, sommati agli altri 80 mila euro già stanziati per il primo lotto, si avrà così l’intera copertura economica per un intervento che riguarda il capitolo della sicurezza della città.

Leggi a pag. 14

Una soluzione per il passaggio a livello

I passaggi a livello sono da sempre più croce che delizia per gli automobilisti. Cavallermaggiore ne sa qualcosa. Nella tarda primavera si era parlato di un accordo tra Stato e Regione in cui si contemplava la soppressione di alcuni di questi. In particolare, a precisa domanda, il sindaco Davide Sannazzaro parlò della volontà di Ferrovie di cancellare quello di Racconigi.

Leggi di più a pag. 10

La Curia “vuole” il santuario

La palla ora passa al Comune. La Curia, la sua proposta l’ha fatta. Nell’incontro della scorsa settimana a Torino per esaminare il famigerato “caso santuario”, l’arcivescovo Cesare Nosiglia avrebbe offerto una soluzione: comodato d’uso per l’utilizzo della Beata Vergine delle Grazie, edificio sacro di proprietà comunale, in cambio dei servizi liturgici. Per superare incomprensioni e difficoltà di gestione, la Curia ha chiesto al sindaco di affidarle direttamente la struttura, così da farsi carico di tutte le spese, che verrebbero coperte grazie alle offerte. Una proposta che ha spiazzato l’Amministrazione (che nell’ultima convenzione si era intestata tutta la gestione degli oboli), ora chiamata a rispondere.

Leggi tutto a pag. 12

Area Abbonati

In edicola