Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Decreto ponti, strada giusta per ripartire»

Riceviamo e pubblichiamo

Il governo finalmente risponde alle necessità del nostro territorio e stanzia ben 45 milioni per la manutenzione dei ponti della Granda. Fondi indispensabili per mettere in sicurezza tante delle nostre infrastrutture e che creeranno posti di lavoro. Ringrazio i Ministri dell’economia Gualtieri e dei trasporti De Micheli per aver sbloccato questi investimenti, fermi da troppo tempo. Fra i tanti interventi, voglio ricordare i 4 milioni per il ponte di Monchiero crollato sul Tanaro nel 2010, i 18 milioni per sostituire il vecchio ponte di Cardè, gli 11 milioni per la manutenzione del viadotto Soleri. E poi, insieme a tanti altri lavori “minori” per modo di dire, i 2 milioni per il ponte ‘del Ciadel’ sul torrente Gesso a Borgo San Dalmazzo. In tutto sono 135 i milioni che saranno spesi in Piemonte per mettere in sicurezza o ricostruire i nostri ponti, possiamo dire che oggi il governo dà un’attenzione importante ai nostri territori e soprattutto fa il suo lavoro, lavorando per sbloccare le risorse disponibili senza tanti proclami. Mi auguro che presto accada lo stesso per altre infrastrutture da costruire ex novo, come la circonvallazione di Demonte e l’Asti Cuneo, e per altre da rilanciare come la ferrovia Cuneo-Nizza. Di certo, con questo decreto ponti, ci mettiamo sulla strada giusta.

Chiara Gribaudo – deputata PD

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola