Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«La Palestina è dei Palestinesi»

Egregio Direttore,

tempo fa scrissi una lettera nella quale mi scagliavo contro il fare di Israele contro i palestinesi. Non fui pubblicato, poiché forse il mio pensiero andava a cozzare contro coloro che furono e sono tuttora perseguitati per la loro religione. So di essere stato incompreso poiché il mio dire non aveva nulla a che fare contro l'ebraismo, bensì contro ciò che Hitlergnau applicava ed applica tuttora contro i palestinesi, proprietari della terra che è stata regalata agli ebrei esodati, senza considerare che quella terra, è sempre appartenuta ai palestinesi, popolo succube delle profezie ebraiche. Mi chiedo perché uno Stato appena costituito debba appropriarsi di territori confinanti con la forza perché ritiene possano esserle di pericolo, costruendo muri, mandando aerei con naplam su regioni contigue, ammazzando famiglie dissenzienti dal loro volere di conquista, annettendo territori che nulla avevano a che fare con quello che il loro immaginario Dio aveva promesso? Buona parte delle nazioni di questo mondo hanno condannato le loro appropriazioni indebite ed il loro relativo sfruttamento, cosa che continuano a fare, ma la loro potenza militare e l'appoggio di lobbies consenzienti le scusano dicendo che si devono difendere da attacchi esterni! Il campo di concentramento di Gaza ed il blocco della pesca nel mare antistante, nonché l'acqua prelevata dal Giordano per i loro insediamenti abusivi, chissà perché scatena una qualche ritorsione (immotivata?) punita con bombardamenti ed incursioni! Non è forse che questi attacchi siano dovuti alla volontà di occupazione di più territori possibili per allargare la loro influenza? Lo vogliamo dire una volta per tutte che la Palestina è dei Palestinesi, e checchè ne dica il Dio degli ebrei quella deve rimanere ai Palestinesi? Ribadisco che io non sono contro la religione ebraica, ma, pur restando il fatto di condannare negazionismo e persecuzione stupida nei confronti della loro religione, (ognuno di noi crede in ciò che gli fa comodo) mi sento di condannare quel 50% di israeliani che appoggiano il pensiero di chi si sente proprietario di quei territori che non gli sono mai appartenuti, ma che solo le favole hanno loro concesso. Quando parlavo di ciò che questo contrasto potrebbe causare (la Terza Guerra Mondiale, ndr), mi auguro che non avvenga mai, però se non si fa nulla, tutto è possibile. Dio non voglia!

Augusto Pettiti - Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola