Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Un piano per rafforzare la sicurezza sul lavoro»

È ormai diventata una vera e propria emergenza il problema degli infortuni nel cuneese che, con 19 casi (gli ultimi 3 nelle ultime due settimane) sui 60 complessivi avvenuti in Piemonte, diviene la provincia con il maggior numero di “morti bianche” dall’inizio dell’anno ad oggi. Il nuovo Governo nazionale, nel suo recente insediamento ha affermato l’intenzione di intervenire con forza sulla questione per porre un freno allo stillicidio di decessi sul lavoro in continua crescita sull’intero territorio nazionale. Si è avviato un tavolo di confronto con le Parti sociali che auspichiamo possa produrre le prime risposte. È necessario dare piena applicazione al Testo unico sulla Sicurezza (d.lgs 81/08) che, a undici anni dalla sua emanazione, attende ancora la promulgazione di una decina di decreti attuativi. Cgil, Cisl e Uil provinciali intendono avviare una serie di azioni sul territorio per affrontare strutturalmente il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e per favorire una discussione che coinvolga cittadini, lavoratori di oggi e di domani. Questi i nostri programmi: assemblee nei luoghi di lavoro sui temi della formazione in materia di salute e sicurezza; piano straordinario di intervento dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (Rls) in coordinamento con le Rappresentanze Sindacali Unitarie (Rsu) aziendali a rafforzamento dell’esistente; richiesta di apertura di un tavolo di confronto permanente che coinvolga le istituzioni interessate (Ispettorato del lavoro territoriale, Spresal, Inail), le associazioni di rappresentanza datoriali, le organizzazioni sindacali e si ponga l’obiettivo d’individuare ed affrontare le criticità presenti; Campagna di sensibilizzazione e di formazione sui temi della Salute e Sicurezza sul lavoro da rivolgere agli studenti delle scuole provinciali. Nel mese di novembre verrà convocata un’assemblea pubblica dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza impegnati nelle aziende provinciali in cui verrà presentato e discusso il programma di lavoro che Cgil, Cisl e Uil intendono darsi per il 2020. Ci attendiamo che istituzioni, associazioni datoriali e organismi di vigilanza sappiano cogliere l’emergenza della situazione e la necessità di mettere in campo azioni concrete e strutturali.

Le Segreterie provinciali Cgil-Cisl-Uil

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola