Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Cussa ha affrontato con dignità il processo»

Gentile direttore,

Siamo il gruppo di amici storici del nostro ex-sindaco Claudio Cussa. In questi giorni si è concluso il processo che lo vedeva imputato. Purtroppo è andata come sappiamo. E ce ne dispiace molto. Con queste poche righe noi vogliamo solamente ribadire la nostra vicinanza a quello che è prima di tutto un carissimo amico e poi, a prescindere dalla sentenza, un onesto cittadino che non ha mai messo in primo piano i suoi interessi. Conoscendo Claudio ormai da vari lustri abbiamo sempre apprezzato il modo, tipico e man mano più maturo, con cui ha affrontato le strade che sceglieva di intraprendere. A partire dai gruppi parrocchiali, all’impegno nel sindacato e per finire alle esperienze al servizio dell’amministrazione della nostra città. Il metodo era ed è, fare con umiltà quel che sapeva fare, con la capacità di migliorare con l’esperienza e imparando dagli errori. Abbiamo vissuto insieme questi ultimi anni durante i quali ha fatto fronte, a fatica, allo stress ed alla delusione per le vicende che l’hanno coinvolto. Purtroppo senza riuscire ad alleggerire molto il peso che portava sulle spalle. Non abbiamo nessuna intenzione di commentare l’esito del processo, pur avendo chiare idee in merito, vogliamo solo sottolineare la dignità con cui Claudio l’ha affrontato, con coerenza e coraggio. La cosa che più ci fa piacere è l’avere constatato la partecipazione e la comprensione che ha ricevuto dai cittadini. Pochissime le voci avverse, se non da parte di chi era ed è suo avversario politico. Claudio, scegli le tue nuove strade. Noi la fiducia in te non l’abbiamo mai persa. E speriamo in una conclusione positiva di questa brutta vicenda, anche perché, come ti abbiamo già fatto notare: sei interista, non meriti altre sofferenze.

Gli amici di Claudio – seguono firme

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola