Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Tornelli alla stazione per garantire più sicurezza»

Leggo con tristezza la notizia sui giornali di oggi sull’ennesima aggressione al personale ferroviario a Cuneo, da parte di passeggeri senza biglietto, sulla tratta Torino-Savona, considerata tra le più problematiche. Da viaggiatore quotidiano della Savigliano-Torino da ormai più di un anno, non posso che osservare che la situazione è semplicemente fuori controllo. È all’ordine del giorno che salgano persone senza biglietto, al 99% straniere (ma quando sono italiane il problema è identico), pronte a dileguarsi ai controlli, a non esibire documenti, ad accampare scuse, a scendere da una porta per risalire due porte dopo, mettendo in evidente difficoltà il personale, che nei casi peggiori, rischia anche fisicamente. Rischiano anche i passeggeri onesti, che per caso si trovassero nel posto sbagliato al momento sbagliato. Questa è la risultante del buonismo di troppe politiche all’italiana, dall’immigrazione alla legittima difesa alla certezza della pena, in un crescendo che è stato avviato dagli anni 90 fino ad oggi. L’idea delle body-videocamere da dare al personale come deterrente è valida, seppur non risolutiva, visto che di fronte ci sono quasi sempre persone con poco-niente da perdere. La stazione di Savigliano ha anche la criticità di avere i due accessi-scalinata piuttosto stretti, e mi pare non sia nemmeno a norma per l’accesso di persone con disabilità. Si potrebbe pensare di migliorare la struttura, e/o la gestione (un solo senso di percorrenza per ciascuno: o salita o discesa, sedia sali-scendi scalini), completando contestualmente con tornelli che impediscano (o per lo meno, rendano molto difficoltoso) l’accesso dei personaggi senza biglietto, stile metropolitana, stile stazioni delle migliori città europee cui dovremmo ispirarci, se in Europa dobbiamo (o vogliamo) restarci. Savigliano è una fermata importante e un discorso di questo tipo darebbe sicuramente dei risultati come qualità del servizio.

Franco Galvagno – Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola