Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Sulle scorie della centrale di Vado Parodi non può fare come Pilato»

Egregio Signor Direttore,
Le richieste di spiegazioni in merito all’eventuale deposito di scorie della lavorazione della Centrale a Carbone di Vado Ligure hanno, se non fatto arrabbiare, almeno irritato il sindaco Parodi.
Alcuni concittadini ricordano il 1982, anno di riferimento e ritornato agli onori della cronaca grazie ad un testo letto, purtroppo, da pochi, ma non sfuggito agli attenti cronisti dei settimanali locali.
Per un lungo periodo questo fatto era passato nel dimenticatoio, ma è stato riportato agli onori della cronaca dagli attenti corrispondenti dei giornali sopra citati. Il sindaco Parodi non deve adombrarsi per la richiesta di informazioni inerenti a questa brutta pagina della vita cavallermaggiorese, anche perchè viene accusato di nulla.
Tuttavia, e lo ripeto, avrebbe il dovere, rivestendo la carica di autorità sanitaria locale, di rivelare le notizie a sua disposizione, evitando di intaccare qualsiasi segreto istruttorio. Credo che esprimersi alla fine di tutta la questione diventi come lavarsene le mani, comportandosi allo stesso modo di Ponzio Pilato.
Mi permetto, infine, di invitare il sindaco a tornare autorevole e non autoritario e ad informare, nei limiti del possibile, i suoi cittadini amministrati in merito a questa delicata situazione.
Grazie per l’attenzione.

Domenico Racca - Cavallermaggiore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola