Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Uil Fpl: «Facciamo chiarezza sui contratti sanitari di Amos»

Riceviamo e pubblichiamo:
In merito agli articoli di stampa pubblicati nei giorni scorsi sugli organi d’informazione e degli interventi di alcune sigle sindacali a proposito delle assunzioni effettuate dalla “Amos”, società consortile al 100% di proprietà pubblica che si occupa di servizi a supporto alla Sanità, è utile fornire ulteriori precisazioni nell’interesse dei lavoratori e dei lettori.
Alessandro Bertaina, segretario Cisl Fp Cuneo sostiene: «Il trattamento economico applicato è assolutamente in linea con i contratti pubblici» e aggiunge: «Nessuna riduzione del 30% che invece si registra con i contratti di cooperativa. E se oggi Amos propone contratti con condizioni economiche buone, grande merito è della Cisl».
Soprassedendo sulla chiusa discutibile; ci chiediamo se Bertaina sia solamente poco informato sulla materia che tratta o se ci siano altre ragioni che lo spingano a fare della disinformazione. Può essere utile innanzitutto, nell’interesse dei lettori definire Amos, nata nel 2004 come SpA. con soci privati e nel 2008 divenuta  Società a Responsabilità Limitata, su indicazione della Regione Piemonte. Ad ottobre 2010 è invece avvenuto il passaggio da Società a Responsabilità Limitata (Srl), a Società Consortile (SCRL). Oggi Amos è una società interamente pubblica di proprietà dell’ASO. “S. Croce e Carle” di Cuneo al 34,93%, dell’ASL. CN1 al 33,40%, dell’ASL Asti al 25,05%, dell’ASL CN2 al 4,18% e dell’AO Nazionale “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria al 2,44%. Fatta questa dovuta premessa, ricordiamo a Bertaina che i dipendenti di Amos, quasi 1.000, sono, per quanto riguarda le figure sanitarie e tecnico sanitarie, assunti con contratto privatistico Aiop e per il resto del personale: amministrativo, cup, centralino, servizi di pulizia, mensa ecc. con Ccnl Multiservizi. Secondo il segretario Cisl Fp, i contratti per il pubblico impiego sarebbero uguali a quelli proposti da Amos. Se è vero, come è vero, che i contratti Aiop sono simili a quelli del pubblico impiego, come tabellare, ma mancano di tutto l’accessorio (ad es. incentivi, premi, indennità e progressione orizzontale), i contratti multiservizi non sono paragonabili in alcun modo ai contratti del pubblico impiego.
Non bisogna dimenticare ciò che realmente avviene all’interno delle Asl che si vedono bloccate dalla Regione la spesa per il personale e quindi assumono grazie ad Amos utilizzando il capitolo di spesa corrente dei beni e servizi il tutto spendendo denaro pubblico. Questo strumento, ai limiti della legalità, serve per bypassare i concorsi ed esternalizzare, a conti fatti, senza alcun risparmio per le aziende sanitarie. In parole povere se il fatto che la maggior parte dei dipendenti di una società pubblica siano assunti con contratti Multiservizi invece che contratto di pubblico impiego sarebbe un merito da ascrivere alla Cisl Fp, ci auguriamo che i lavoratori ringrazino il segretario Bertaina e il sindacato che egli rappresenta per essere stati assunti con contratti molto sfavorevoli rispetto a quelli del pubblico impiego.
Noi della Uil Fpl chiediamo il perché di tutto questo essendo Amos una società pubblica e quindi di proprietà dei contribuenti. Ci chiediamo, inoltre, perché i dipendenti non vengano assunti tramite concorsi direttamente dalle Asl e con contratto del pubblico impiego, senza l’utilizzo di escamotages che a conti fatti non solo non convengono, ma sono onerosi per le stesse Asl oltre che poco rispettosi nei confronti di lavoratori di una società come Amos a tutti gli effetti pubblica.
Con la speranza di aver finalmente informato correttamente i lavoratori di Amos riguardo ai loro diritti lavorativi che sarebbero, a nostro parere, ben altri, auspichiamo che chi di dovere possa compiere le dovute indagini per accertare eventuali irregolarità.

Segreteria provinciale Uil Fpl - Cuneo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola