Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Lascio il Consiglio perché non riesco più a dedicarmici»

Egregio direttore,

come ho annunciato pubblicamente a fine settembre, in questi giorni ho ufficializzato anche dal punto di vista burocratico le mie dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Come detto durante l’ultimo Consiglio, le mie dimissioni sono dettate esclusivamente da ragioni di carattere personale e di vita privata, per le quali sono consapevole di non avere più il tempo necessario per ricoprire questo incarico con la giusta attenzione ed il coinvolgimento che merita. La mia è stata una scelta meditata e non facile, perché non mi piace lasciare le cose a metà e interrompere in anticipo gli impegni presi, ma ancora meno mi piace l’idea di andare avanti a tutti i costi sapendo già che non riuscirei ad essere coinvolto e partecipe al 100%. Al termine di questa avventura, credo siano doverosi alcuni ringraziamenti: il primo spetta sicuramente al sindaco Giulio Ambroggio, per la fiducia riposta nei miei confronti, per avermi offerto l’opportunità di spendermi per Savigliano e per aver compreso le motivazioni dietro la mia scelta; sono certo che l’amicizia, la stima e l’affetto che ci legano da diversi anni resteranno intatti. Il secondo ringraziamento lo devo ai colleghi e amici della lista civica “La nostra Savigliano” e a quelli della maggioranza, per le riunioni, le idee, i progetti, i momenti di confronto ed il tempo speso insieme in questi tre anni, cercando, a modo nostro, di contribuire al bene della nostra città; stesso discorso vale per gli assessori, tra i quali in modo particolare ringrazio Michele Lovera per gli appuntamenti in I Commissione e per ciò che ho potuto apprendere ed imparare in materia di bilancio e Paolo Tesio per tutto ciò che siamo riusciti a realizzare con la Consulta Giovani (il mio “Grazie” è esteso anche a tutti i ragazzi che in questi anni ne hanno fatto parte e che hanno contribuito a renderla una vivace e brillante realtà; continuate così!). Ringrazio anche i consiglieri di minoranza, perché con il confronto, le discussioni e i tentativi di mediazione in I Commissione su alcune tematiche (regolamenti in primis) hanno anche loro contribuito alla mia crescita personale. Desidero poi dedicare un sincero e caloroso ringraziamento a tutti gli elettori che tre anni fa hanno avuto fiducia in me e mi hanno permesso di ricoprire questo incarico; mi scuso con tutti voi se, avendo deciso di interrompere in anticipo questa esperienza, ho in qualche modo tradito le vostre aspettative ed il vostro voto. Infine, merita una menzione speciale la mia famiglia, per essermi sempre stata vicina in questi anni, dalla campagna elettorale fino alle recenti dimissioni, senza però mai intromettersi in alcun modo nelle mie scelte personali. Grazie per lo spazio dedicatomi.

Maurizio Mogna - Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola