Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«La vergognosa condizione di piazza Schiaparelli»

Egregio direttore,

ritorno nuovamente sulla vergogna di piazza Schiaparelli a Savigliano. L’astronomo Giovanni Virginio Schiaparelli, nato nella nostra città nel 1835, si rivolterà nella tomba nel vedere dedicata alla sua nobile figura tale scempio cittadino. Lo storico della Scienza scrisse nel 1867 “Note e riflessioni intorno alla teoria astronomica delle stelle cadenti”. Titolo questo che, al di là dell'indubbio valore scientifico, ben si addice al sindaco di Savigliano, ormai “stella” cadente di una città che ha reso da tempo decadente. Invito i cittadini a farsi nuovamente un giretto del periplo della piazza tra buche, cordoli divelti, radici affioranti, sgretolamento degli asfalti, sporcizia, erbacce ecc. Come il principe Giovanni (Robin Hood 1377) il sindaco ha dato mandato al suo sceriffo di Nottingham di estorcere ulteriori gabelle a noi cittadini estendendo decine di nuovi parcheggi a pagamento proprio su questa piazza. Senza uno studio mirato, un progetto di riqualificazione, anche solo un'ipotesi di manutenzione ordinaria che giustifichi la scelta ragionieristica di questa modesta amministrazione. Certo la vernice blu, per definire e delimitare gli stalli, costa ben poco e rende molto, ma in cambio cosa si ottiene? Ancora una volta il nulla! I giornali locali hanno titolato “Savigliano sempre più blu”. A questo punto penso proprio che Schiaparelli sia ben “felice di stare lassù”. (Volare - Migliacci/Modugno - 1958).

Fulvio D’Alessandro - Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola