Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«La stazione di Racconigi resta sempre più isolata»

Gentile direttore, con la recente introduzione dell’orario ferroviario estivo la stazione di Racconigi è ancor di più isolata, perché al sabato dopo le 12 non ci sono più treni in partenza da Torino e che fermano a Racconigi fino alle 15 e alla domenica la situazione peggiora, perché dopo le 12.30 non ci sono più treni fino alle 16.30 che arrivano da Torino. Per la verità, l’orario di Trenitalia disponibile su Internet propone di prendere, tra i treni indicati in partenza da Torino, due treni che non fermano a Racconigi ma nella vicina, e più piccola, Cavallermaggiore per poi tornare indietro, soluzione che prevede di aspettare la coincidenza nella stazione cavallermaggiorese per ben 45 minuti! Una soluzione impraticabile, perché di fatto si triplica un viaggio in treno che dovrebbe durare circa 30 minuti. Il maggior numero di treni che fermano nella piccola stazione di Cavallermaggiore, a discapito della stazione di Racconigi, è dovuto alla presenza della linea ferroviaria Cavallermaggiore-Bra, linea sulla quale non circolano treni o mezzi sostitutivi dall’inizio di marzo e non si prevede che ne circolino ancora per qualche mese. A tale riguardo Trenitalia e l’Agenzia per la Mobilità della Regione Piemonte dovrebbero spiegare per quale motivo i treni regionali veloci continuano a fermare nella stazione cavallermaggiorese anche se non ci sono più le coincidenze per Bra e perché non li fanno fermare a Racconigi, visto che da sola questa città ha più del doppio di abitanti della vicina Cavallermaggiore.

Gianmario Fumero - Racconigi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola