Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Un sostegno concreto per rilanciare le imprese»

Riceviamo e pubblichiamo

“La Granda che Riparte” è il titolo dell’iniziativa organizzata dalla Fondazione La Stampa - Specchio dei Tempi su impulso di Confartigianato Imprese Cuneo per raccogliere, attraverso donazioni ed elargizioni, una somma da destinare a fondo perduto alle piccole imprese, artigiani e commercianti, della provincia cuneese. Lanciata a metà maggio l’iniziativa ha all’attivo oltre 300mila euro. Centomila euro messi a disposizione dalla Fondazione dei Tempi, a cui Confartigianato Cuneo ha aggiunto quarantamila euro. Diecimila euro arrivano dall’associazione “Imprese che resistono”. Fin da subito non sono mancati importati contributi da parte di alcuni istituti bancari del territorio. Banca Cassa di Risparmio di Savigliano ha elargito l’importante somma di 30.000 euro. A seguito di questa epidemia, il nostro Paese è di fronte a nuove scelte, sia sanitarie, che economiche e sociali. Le vicissitudini che abbiamo vissuto hanno lasciato segni indelebili sulle nostre comunità. Preservare, il più possibile, il capitale umano ha avuto un costo sanitario elevato e delle ripercussioni economiche drammatiche. Le piccole imprese, gli artigiani e i commercianti sono allo stremo: molti hanno perso il 50% del fatturato, altri addirittura la totalità degli introiti. Qualcuno difficilmente riuscirà a riaprire. Anche in queste ultime settimane la situazione sembra destinata a durare ancora a lungo. Inoltre, le imprese, già provate dalla chiusura forzata delle loro attività, dovranno affrontare una ripartenza difficile a causa delle stringenti regole di sicurezza. Ci aspettano tempi duri. Come artigiani siamo certi che, ancora una volta, nonostante le avversità, ce la faremo: chiediamo solo di lasciarci lavorare e che la si smetta con la troppa burocrazia e i vari “balzelli” statali. Con il contributo che Banca CRS ha dato all’iniziativa “La Granda che Riparte” si dà sostanza a quell’importante spirito di collaborazione e sostegno che da sempre lega l’istituto bancario alle tante realtà operative sul nostro territorio. Un doveroso ringraziamento, dunque, al Presidente Francesco Osella e a tutto il Consiglio per questo importante gesto che contribuirà a sostenere tante attività imprese artigiane e commerciali, con l’auspicio che la nostra “provincia Granda” possa riprendere al più presto l’attività. Il nostro territorio basa la sua economia prevalentemente sulle piccole e micro imprese che rappresentano oltre il 95% dell’intera Granda che produce. Sono proprio loro, le piccolissime aziende artigiane e commerciali ad essere le più colpite dall’emergenza del coronavirus. E a loro è andato il nostro pensiero. Di lì è partito il progetto, con il supporto di un ente terzo di notevole esperienza in iniziative di solidarietà, qual è la Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi. Abbiamo scelto una via veloce, senza vincoli troppi burocratici, che possa traghettare al più presto un po’ di denaro verso chi è più in difficoltà e magari non ha ancora ottenuto alcun sussidio.

Annamaria Sepertino, Confartigianato Savigliano

Luca Crosetto, presidente provinciale Confartigianato

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola