Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Perchè tanta fretta di vendere in via Solferino?»

Egregio direttore,

si ripete da tempo la disputa sulla localizzazione della sede dell’associazione nazionale alpini; i nostri Amministratori sembrano una “fabbrica delle idee”, hanno già individuato più locazioni, e non ultima, quella dei locali della stazione ferroviaria (inadatti a tutti gli effetti per la loro composizione). La domanda più ricorrente è: perché c’è tanta necessità di vendere l’immobile di Via Solferino da parte del Comune? A seguire ci si chiede chi è tanto interessato a quell’immobile e perché? Le voci circolanti su queste domande lasciano pensieri poco seri e di dubbia onestà. Io mi chiedo: con tutte le case in vendita, o vuote, in Cavallermaggiore (vedi via Goito, via Roma, viale Vittorio Veneto) perché c'è tanto interesse sull’immobile di via Solferino? Lì ci sono le sedi di due associazioni di volontariato (associazioni Alpini e Centro Incontri) che fanno attività d’incontro tra persone in cerca di socializzazione e scambio di chiacchiere distensive e rilassanti. Il Comune in questi ultimi anni ha già alienato terreni agricoli di sua proprietà, oggi si parla di un edificio, disperdendo in questo modo il patrimonio comunale (e dei cittadini) necessario per ottenere, in caso di necessità, finanziamenti o mutui da parte delle istituzioni preposte.

Lino Capello - Cavallermaggiore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola