Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Ma a cosa serve l’Onu se ognuno fa ciò che vuole?»

Riceviamo e pubblichiamo

Sbagliandomi, pensavo che nel secolo scorso fosse finita l’occupazione armata di territori per farne delle colonie. Mi sbagliavo ulteriormente, poiché la stessa cosa sta avvenendo subdolamente nella ex Fenicia, dove nasceva la porpora per i togati romani, e dove i cedri circondavano le navi dei marinai. Ora, nonostante il parere negativo dell’ Organizzazione delle Nazioni Unite, che non dovrebbe essere poca cosa, visto che considera abusivi i vari insediamenti dei vicini in territori Palestinesi, viene proposto dal Trump della situazione di accorpare tali territori allo stato confinante nonché occupante abusivo! Occupante che vendeva le merci prodotte in tali territori, con la scritta Made in I...el! fregandosene di chi fosse il territorio occupato, ma già ritenendolo proprio. Viene da pensare che l’atteggiamento dei vicini occupati non sarà in futuro del tutto amichevole verso questa soluzione, e che potrebbe innescare qualche controversia nei confronti degli occupanti abusivi. Mi chiedo, a cosa serva l’Onu se uno Stato può fare ciò che vuole e fregarsene del loro veto? Tale comportamento fa pensare al passato, da chi ha subito, e che non dovrebbe far subire! Io non sono né razzista, nè antisionista, però certi comportamenti... Ghandi diceva che le religioni scatenano le guerre: aveva ragione? Vedete voi.

Augusto Pettiti - Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Area Abbonati

In edicola