Prev Next

SALVATE L'ALSTOM

SALVATE L'ALSTOM

Ora che il protocollo istituzionale è stato rispettato (con l’interessamento del ministro del Lavoro, la convocazione di un’assemblea pubblica, la stesura di un ordine del giorno per esprimere solidarietà ai lavoratori interessati dalla cassa integrazione), è arrivato il momento di passare all’azione. Per garantire un futuro all’Alstom, e soprattutto alle quasi 1.500 famiglie che gravitano attorno allo stabilimento di via Ottavio Moreno, servono impegni concreti. Da parte di tutti. Da parte del governo nazionale che, oltre a istituire un tavolo di confronto, deve farsi carico di riformare il sistema delle gare d’appalto per il trasporto pubblico locale. Da parte dell’Alstom che deve diversificare di più la sua produzione per tornare competitiva sul mercato. Da parte dei lavoratori, che devono essere disponibili a ricollocarsi. Perché, per usare le parole del...

«Regole più chiare per l’uso delle palestre»

«Regole più chiare per l’uso delle palestre»

Con una lettera indirizzata al sindaco Claudio Cussa (pubblicata integralmente a pagina 15, nella rubrica “Lettere al direttore) le società Amatori Basket Savigliano e Asc Savigliano Basket sollevano il problema dell’assegnazione non equa, a loro giudizio, degli orari delle palestre. Il fatto che la missiva non sia stata inviata all’assessore evidenzia la frizione in atto tra i dirigenti delle due società sportive e il titolare della delega allo Sport, Massimiliano Gosio. Continua alle pg. 3 e 15

«Vorrei soltanto una vita normale»

«Vorrei soltanto  una vita normale»

Una telefonata da “Mai più sole”. “Stiamo ospitando una ragazza che sarebbe disponibile a raccontare la sua storia, se vuoi possiamo vederci”. Ci vediamo in un pomeriggio di questa piovosa stagione nella sede dell’associazione. Lei la chiamiamo Andrea (non è il suo vero nome e non possiamo fotografarla), nata in Ucraina, ma in Italia dall’età di dieci anni. Continua a pg. 12

Poliambulatorio risorsa da difendere

RACCONIGI - Dopo la perdita del servizio vaccinazioni che a Racconigi e paesi limitrofi non è stata accettata di buon grado, alcuni segnali fanno tremare circa una possibile chiusura del Poliambulatorio. Riduzione del personale, assenza da tempo di alcuni specialisti, lunghe liste di attesa e altri disagi.«Il Poliambulatorio non chiude - afferma Giovanni Siciliano, della direzione sanitaria di Fossano e Caraglio e della specialistica ambulatoriale presso l'Asl Cn1 - la struttura non è moderna, ma assolutamente funzionante, anzi, abbiamo dato maggiore stabilità alla diagnostica con nuove attrezzature per la radiologia. Direi che è un ottimo segnale di continuità. Puntiamo inoltre ad aumentare le ore del diabetologo e stiamo valutando di ripristinare, in base alle risorse, anche l'ambulatorio di cardiologia e ortopedia, entrambi sospesi da un anno»

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Caso via Fani: Fissore era estraneo

Vivere per oltre sette mesi sotto l’ombra di un terribile sospetto: essere considerati, in qualche modo, chiamati in causa nella strage di via Fani.

Questo è quanto è accaduto alla famiglia di Antonio Fissore, fotografo braidese deceduto a Firenze a 67 anni, nell’agosto del 2012. Molto conosciuto a Cavallermaggiore, città dove è vissuto per quasi 15 anni, Fissore, detto “Tony”, nella primavera scorsa è stato coinvolto in una assurda vicenda dalla quale, oggi, è risultato totalmente estraneo.

Continua a pg. 16

Le nuove sale ristrutturate

Sono state inaugurate nel pomeriggio di sabato 15 novembre le Sale del Vescovo, recentemente ristrutturate presso l’antica Abbazia Santa Maria di Caramagna, ora chiesa parrocchiale e la Tela d’altare della sacrestia raffigurante la Madonna con il Bambino e i santi Antonio da Padova e Carlo Borromeo, restaurata grazie ai proventi della vendita delle uova pasquali dell’iniziativa “Un uovo per l’arte” promossa dall’Albero Grande.

Continua a pg. 22

Impianti sport nuova gestione

La palestra comunale gestita in precedenza da Graziella Sabena e Fiorenzo Miretti, ai quali va un sentito ringraziamento per il servizio prestato con interesse e impegno, è stata affidata alla polisportiva di Scarnafigi diretta dal presidente Piero Bravo. L’obiettivo principale è quello di incrementare il settore giovanile sul quale gravitano parecchi monasterolesi e consolidare questo rapporto.

Continua a pg. 20

27 anni fa il progetto Rosetta

Mercoledì 12 novembre l’Agenzia Spaziale Europea e quella italiana hanno vissuto un evento straordinario con l”accometaggio” della sonda Rosetta nello spazio. Come già segnalato sulla stampa nazionale, anche un po’ della provincia di Cuneo ha partecipato al successo di Rosetta. Il marenese Giuseppe Racca, ingegnere aerospaziale che lavora in Olanda presso l’Esa, ha dato il suo contributo per la riuscita del progetto iniziato anni fa.
Gli abbiamo rivolto alcune domande.

Continua a pg. 23

Anziana illesa per miracolo

VILLANOVA – L’esplosione si è sentita fino in centro paese, a qualche chilometro di distanza dalla cascina di località Vernetto. Un boato sordo, cui sono seguite le fiamme che hanno distrutto buona parte dell’abitazione. Miracolosamente illesa (soltanto qualche scottatura), l’anziana che viveva sola. A 84 anni, ha avuto i riflessi di una ragazzina: prima che l’incendio divampasse, ha fatto in tempo a correre in cortile e chiedere aiuto. È successo giovedì scorso, a Villanova Solaro

Continua a pg. 21

Banner
Banner
Banner

31 agosto

CorriereSavigliano.TV

.:Cultura:.

La memoria... Schegge a Savigliano

È stata presentata, in una conferenza stampa al ridotto del teatro Milanollo giovedì 13 novembre, la terza edizione della rassegna “Schegge di memoria”.
L’edizione di quest’anno, dal titolo “Una città per la famiglia” è legata al tema dell’infanzia, della beneficienza e del sociale. A presentare la rassegna, che si terrà a Savigliano dal 21 novembre al 21 dicembre, l’assessore alla Cultura Chiara Ravera e il presidente di Oasi Giovani Pierdomenico Bossolasco.

BiciInCittà 2014

bici14bici14bici14bici14bici14bici14

La Vignetta

Banner

Seguici su Facebook

Yodel - Amos Dj

Ecco a voi il nuovo video di Amos Dj! Ne parliamo sul Corriere!


Area Abbonati

L'Editoriale

Una sinistra che non ha più niente da dire

È successo venerdì scorso a Savigliano in occasione della visita del ministro Poletti ad un dibattito sul lavoro, sui problemi e prospettive dell’Alstom nella nostra città. Dibattito organizzato dal Partito Democratico con la partecipazione dei sindacati. Raccontano le cronache di quel pomeriggio che qualche decina di persone si sia radunata all’esterno della sala dove è avvenuto l’incontro e abbia iniziato una contestazione dura verso il ministro, con slogan e invettive simili a quelle manifestazioni di piazza che devono essere contrastate dalla polizia per evitare che degenerino in atti di violenza. Il gruppo dei contestatori aveva le bandiere di quella sinistra che viene definita genericamente “antagonista” e pensa che il Governo guidato da Matteo Renzi sia al servizio dei “padroni” e contro i lavoratori. Alla fine tutto si è concluso senza incidenti e senza pericoli, ma ha dato il segno di come certa sinistra non voglia confrontarsi con il cambiamento della società e del lavoro e non abbia più niente da dire nel dibattito politico. Lottare per una società migliore, per la tutela dei diritti, per un lavoro e un salario dignitosi, per tutte quelle cose che ci farebbero vivere meglio, passa attraverso il faticoso confronto, la contrattazione, anche la contrapposizione e la rivendicazione, a volte anche con delusioni e compromessi inevitabili. In questo nostro tempo dove la crisi colpisce artigiani, industriali, commercianti, professionisti e non solo i lavoratori dipendenti, andare a dire ad un ministro, che comunque cerca di fare il proprio lavoro e vuole il confronto con tutti, “vai a lavorare in fonderia”, significa pensare che siamo rimasti ai tempi dei “padroni delle ferriere”, dove ogni dialogo era rifiutato e si andava avanti con la lotta e gli scioperi. Una tristezza, comunque, vedere questa sinistra ferma al secolo passato, incapace di proporre idee per il presente e di progettare un futuro, destinata ad esaurirsi e a diventare insignificante nella società.

Banner

In edicola

Appuntamenti

Al cinema