Prev Next

Officina degli aromi a Palazzo Cravetta

Officina degli aromi a Palazzo Cravetta

Il restaurato palazzo Muratori-Cravetta diverrà laboratorio d’essenze e profumi. Al primo piano dello storico edificio, sarà realizzata un’esposizione permanente di erbe officinali e aromatiche, con annessa “officina” per la produzione di distillati e fragranze. Il progetto “Officina Aromataria” (già presentato in primavera in occasione di “Quintessenza”), entra nella sua fase operativa: Savigliano (e non Racconigi con il suo castello, come inizialmente era previsto) sarà il cuore del polo culturale dell’iniziativa promossa da “Le Terre dei Savoia”, grazie a importanti finanziamenti europei e di fondazioni bancarie. Continua in prima pagina.

Alstom: mobilità per 63 lavoratori

Alstom: mobilità  per 63 lavoratori

È stato raggiunto venerdì scorso in sede di Coordinamento nazionale Fim-Fiom-Uilm a Milano l’accordo con l’Alstom per la messa in mobilità di 100 dipendenti, 63 dei quali in carico al sito di Savigliano, 25 a quelli di Bologna e Bari e 12 di Sesto San Giovanni. La gestione dei 100 esuberi verrà effettuata in modo definito “non traumatico”: si farà ricorso a quanto previsto dalle normative vigenti, mediante la sottoscrizione di appositi accordi con le persone interessate. Continua a pg. 10

Palestre: verso un regolamento

Palestre: verso un regolamento

Mentre le società di basket ancora si scazzottano e l’assessore allo Sport Massimiliano Gosio, attaccato frontalmente dal suo antico mentore, Marco Testa (Amatori Basket), rivendica di aver operato con trasparenza e correttezza, entrano in azione i “pompieri”.Alberto Pettavino, fresco di nomina alla presidenza della Consulta dello Sport, e Alessandra Frossasco, presidente della IV Commissione consiliare, ognuno per il ruolo che gli compete, cercano di spegnere l’incendio prima che questo si propaghi ad altri settori. Continua a pg. 3 e lettere a pg. 15

Poliambulatorio risorsa da difendere

RACCONIGI - Dopo la perdita del servizio vaccinazioni che a Racconigi e paesi limitrofi non è stata accettata di buon grado, alcuni segnali fanno tremare circa una possibile chiusura del Poliambulatorio. Riduzione del personale, assenza da tempo di alcuni specialisti, lunghe liste di attesa e altri disagi.«Il Poliambulatorio non chiude - afferma Giovanni Siciliano, della direzione sanitaria di Fossano e Caraglio e della specialistica ambulatoriale presso l'Asl Cn1 - la struttura non è moderna, ma assolutamente funzionante, anzi, abbiamo dato maggiore stabilità alla diagnostica con nuove attrezzature per la radiologia. Direi che è un ottimo segnale di continuità. Puntiamo inoltre ad aumentare le ore del diabetologo e stiamo valutando di ripristinare, in base alle risorse, anche l'ambulatorio di cardiologia e ortopedia, entrambi sospesi da un anno»

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Due associazioni ambientaliste chiedono più attenzione al verde pubblico

Due associazioni ambientaliste, “Salviamo i paesaggi – Difendiamo i territori” e “Natura in Città”, attive in ambito cavallermaggiorese, prendono posizione contro l’abbattimento degli 84 alberi deciso dall’ amministrazione comunale.

Continua a pg. 15 e 16

10 anni per “La Torre

Era l'ultima domenica di ottobre del 2004 quando venne realizzata la prima Sagra della Frittella di Caramagna e la manifestazione era promossa da un gruppo di volontari, che assunsero come logo l'antica Torre Civica, simbolo di libertà, coinvolgendo l'Aido, il "Gruppo Giovani" – associazioni di volontariato già attive – assieme ai commercianti, ai "cantun", alla parrocchia e al Comune.

Continua a pg. 23

Memorial Ennio e Renzo

I memorial sono sempre un momento commovente che riporta alla mente il ricordo di persone care, indimenticabili, che ci hanno prematuramente lasciati dopo una vita breve, ma intensa, ricca di iniziative, di attività e di affetti.

Continua a pg. 21

Le “corse” di Sandra Fissore

Ha i capelli corti e mossi, un fisico asciutto, è mamma di Filippo e Camilla ed è marenese (anche se da diversi anni abita a Cavallermaggiore, dopo essersi sposata con Sandro Persia).
È Alessandra (Sandra) Fissore che, domenica scorsa, a Torino, si è distinta nella maratona, categoria sf40 conquistando il titolo di campionessa regionale.

Continua a pg. 20

Mozione Asilo: servono fondi

CAVALLERLEONE - è stata discussa martedì sera, 25 novembre, durante la riunione del Consiglio comunale, la mozione presentata dal gruppo di minoranza “Insieme per Cavallerleone”, sul tema dell’asilo. Il documento fa seguito ad una precedente interrogazione che chiedeva chiarimenti in merito alla situazione finanziaria della scuola materna cavallerleonese.

Continua a pg. 22

Banner
Banner
Banner

31 agosto

CorriereSavigliano.TV

.:Cultura:.

Il (bel) mondo di Paolo da Norcia

E’ stata inaugurata presso la galleria “Senesi Arte” di via Sant’Andrea 44, nel pomeriggio di sabato 22 novembre, la mostra di pittura di Paolo Perotti, conosciuto con lo pseudonimo di Paolo da Norcia. Pittore di Caraglio e residente a Peveragno, deve il suo pseudonimo al suo amore per i paesaggi del centro Italia.

Continua a pg. 29

BiciInCittà 2014

bici14bici14bici14bici14bici14bici14

La Vignetta

Banner

Seguici su Facebook

Yodel - Amos Dj

Ecco a voi il nuovo video di Amos Dj! Ne parliamo sul Corriere!


Area Abbonati

L'Editoriale

Una sinistra che non ha più niente da dire

È successo venerdì scorso a Savigliano in occasione della visita del ministro Poletti ad un dibattito sul lavoro, sui problemi e prospettive dell’Alstom nella nostra città. Dibattito organizzato dal Partito Democratico con la partecipazione dei sindacati. Raccontano le cronache di quel pomeriggio che qualche decina di persone si sia radunata all’esterno della sala dove è avvenuto l’incontro e abbia iniziato una contestazione dura verso il ministro, con slogan e invettive simili a quelle manifestazioni di piazza che devono essere contrastate dalla polizia per evitare che degenerino in atti di violenza. Il gruppo dei contestatori aveva le bandiere di quella sinistra che viene definita genericamente “antagonista” e pensa che il Governo guidato da Matteo Renzi sia al servizio dei “padroni” e contro i lavoratori. Alla fine tutto si è concluso senza incidenti e senza pericoli, ma ha dato il segno di come certa sinistra non voglia confrontarsi con il cambiamento della società e del lavoro e non abbia più niente da dire nel dibattito politico. Lottare per una società migliore, per la tutela dei diritti, per un lavoro e un salario dignitosi, per tutte quelle cose che ci farebbero vivere meglio, passa attraverso il faticoso confronto, la contrattazione, anche la contrapposizione e la rivendicazione, a volte anche con delusioni e compromessi inevitabili. In questo nostro tempo dove la crisi colpisce artigiani, industriali, commercianti, professionisti e non solo i lavoratori dipendenti, andare a dire ad un ministro, che comunque cerca di fare il proprio lavoro e vuole il confronto con tutti, “vai a lavorare in fonderia”, significa pensare che siamo rimasti ai tempi dei “padroni delle ferriere”, dove ogni dialogo era rifiutato e si andava avanti con la lotta e gli scioperi. Una tristezza, comunque, vedere questa sinistra ferma al secolo passato, incapace di proporre idee per il presente e di progettare un futuro, destinata ad esaurirsi e a diventare insignificante nella società.

Banner

In edicola

Appuntamenti

Al cinema