Prev Next

Crs vuole restare alla Fondazione

Crs vuole restare alla Fondazione

SAVIGLIANO – «Rispettiamo le valutazioni e le decisioni che assumerà la nostra Fondazione, ma ci permettiamo di osservare che il ruolo e la funzione che la Banca Spa ha svolto e continua a svolgere per il territorio, non sarebbero più garantiti se venisse meno l’autonomia». Un protocollo d’intesa tra Acri (l’associazione delle Casse di Risparmio) e Governo prevede che le Fondazioni non possano detenere più del 30% di proprietà delle banche. Un caso che tocca da vicino la Cassa di Risparmio di Savigliano, che potrebbe essere fagocitata da un grande gruppo bancario. I vertici dell’istituto di credito manifestano il loro di dissenso, in sintonia con quanto espresso dal presidente della Fondazione della Cassa di Fossano, Antonio Miglio. Il confronto si annuncia serrato, ma non è questo l’unico terremoto all’orizzonte. L’amministratore delegato Giuseppe Allocco s...

Venerdì arriva Landini per l’Alstom

Venerdì arriva Landini per l’Alstom

SAVIGLIANO - Fervono le iniziative del sindacato per sensibilizzare l’ipinione pubblica e le forze politiche sulla difficile situazione che si prospetta all’Alstom Ferroviaria. Giovedì della scorsa settimana si è svolto un incontro tra la Rappresentanza sindacale unitaria e le segreterie provinciali di Fim Cisl, Uilm Uil, Fiom Cgil, Fismic e Anqui (Associazione Quadri) con i parlamentari Chiara Gribaudo, componente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, e Stefano Esposito, vice-presidente della Commissione Trasporti del Senato, sulla difficile situazione in cui si trova lo stabilimento di Savigliano, per il quale dal prossimo 13 ottobre, per una durata di due settimane, è prevista la messa in cassa integrazione ordinaria di un numero massimo di 100 impiegati su un totale di 627, mentre al momento non sono coinvolti i 383 operai, anche se non ver...

Tutti contro il muro di piazza Turletti

Tutti contro il muro di piazza Turletti

SAVIGLIANO - Nello stesso anno in cui uno ben più celebre veniva abbattuto (quello di Berlino), la Soprintendenza dei Beni Ambientali e Architettonici decideva che il muro di piazza Turletti, davanti al teatro Milanollo, doveva restare in piedi. Era l’ottobre del 1989: la richiesta per la demolizione di quello che restava della recinzione degli edifici dell’ex ospedale militare, avanzata dall’allora sindaco Remigio Galletto, veniva respinta dagli uffici del ministero. A distanza di venticinque anni, qualcuno ci riprova. Approfittando dell’interrogazione del consigliere Luciano Gandolfo (Siamo Savigliano), che ha chiesto alla Giunta di relazionare sullo stato d’avanzamento del progetto di riqualificazione di piazza Turletti, Silvia Garaventa (Movimento 5 Stelle) ha lanciato la sfida: far ricredere la Soprintendenza sulla necessità di mantenere in piedi il vec...

Abbattuta la ciminiera

RACCONIGI – Una piccola esplosione, poco rumorosa, un’enorme nuvola di polvere e oltre 500 metri cubi di mattoni e detriti sono tutto quello che rimane della storica ciminiera dell’ex manicomio di Racconigi, abbattuta martedì pomeriggio in quanto pericolante. Sono state fatte esplodere le 82 mini cariche e la ciminiera è caduta con precisione chirurgica dove era stato previsto, lontano dalle abitazioni. Con i suoi 42 metri, era il manufatto più alto della città.

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Pro loco: «Fate presto e anche in fretta»

CAVALLERMAGGIORE - Nel primo Consiglio comunale post estate sono stati svariati i temi trattati nell’assemblea convocata lunedì sera. Accanto ai punti che hanno riguardato la presa d’atto sugli equilibri di bilancio, la perimetrazione del centro abitato con l’approvazione delle indicazioni formulate dalla Regione, c’è stata anche una dibattuta discussione a proposito dell’istituzione della nuova Polisportiva di Cavallermaggiore che dovrà gestire il palazzetto dello sport. C’era in ballo l’approvazione dello statuto, che ha suscitato frizioni tra i banchi del Consiglio, con posizioni anche diverse tra maggioranza ed opposizione, con l’astensione finale dei consiglieri Toselli e Fumero. “Bene Comune” ne ha dato invece una valutazione positiva. Sul finire di seduta si è parlato anche di Pro loco, dimissionaria ormai da tre mesi.

Sorpresi ladri di gasolio

CARAMAGNA - Due rumeni sono stati denunciati per furto di gasolio dai carabinieri della stazione di Racconigi che, verso le due e mezza della notte fra mercoledì e giovedì scorso, durante un servizio di controllo del territorio li avevano fermati a Caramagna. I militari si erano insospettiti, nel vedere una vettura che si aggirava per le vie del paese a fari spenti.
A bordo dell’auto, un Lancia Dedra con targa italiana c’eran due giovani rumeni C.V. 19 anni residente a Sommariva Bosco e P.C. 28, domiciliato a Murello. Nel corso del controllo i carabinieri hanno accertato che i due erano gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e che il mezzo era sprovvisto di assicurazione.

Il paese con il maggior numero di donazioni

MONASTEROLO - Domenica 28 settembre resterà una data memorabile nella storia del nostro paese: i manifesti dell’Avis erano stati distribuiti a tutta la popolazione che ha partecipato in massa alla solenne ricorrenza del 50° anniversario di fondazione. La nascita dell’Avis monasterolese risale al 1964 con il presidente Simone Bo successivamente sostituito da Stefano Allasia che è rimasto in carica fino al 2009. Da quella data il nuovo presidente Michele Cavaglià ha dato un notevole incremento all’associazione sia di donatori sia di donazioni. Oggi l’Avis di Monasterolo è tra le più efficienti di tutta la provincia: nel giro di cinque anni un paese di 1370 abitanti ha dato più di mille donazioni.

Marene avrà il parroco

MARENE - Dopo l’annuncio del trasferimento di don Efisio Edile a Torino e del fatto che il parroco di Cavallermaggiore don Giuseppe Brunato avrebbe avuto anche la cura della parrocchia di Marene, la Curia diocesana di Torino ha cambiato decisione e manderà un nuovo parroco residente in sostituzione di don Edile. L’annuncio è di questi giorni e verrà ufficializzato questa settimana dal settimanale diocesano “La Voce del Popolo”. Il nuovo parroco sarà don Giancarlo Airola, 56 anni, già parroco a Nole e da un anno collaboratore pastorale nella parrocchia di Ceres.
Don Airola farà il suo ingresso parrocchiale a Marene nella festa dei Santi, il 1° novembre, 15 giorni dopo il saluto di don Edile che lascerà la parrocchia il 16 di ottobre.

Preso rapinatore

CAVALLERLEONE – Il terzo dei rapinatori delle Poste di Cavallerleone, Giuseppe Mattana, è stato arrestato e condannato a tre anni e mezzo di carcere.
Le forze dell’ordine lo hanno rintracciato grazie all’ausilio di Facebook, poichè era amico dell’uomo con cui aveva rapinato l’ufficio postale (insieme anche ad un terzo complice) e che i carabinieri avevano già arrestato.
Gli inquirenti hanno scaricato la sua fotografia da Facebook e l’hanno mostrata all’impiegata delle Poste che lo ha riconosciuto con certezza.
L’imputato, in tribunale, poco prima dell’inizio della discussione, ha confessato e si è dichiarato pentito.
Ha anche risarcito l’impiegata, vittima della rapina, poichè era stata colpita alla testa da una pistola giocattolo ed era rimasta piuttosto traumatizzata dall’evento.
La donna, fra l’altro, si trovava nel suo primo giorno di lavoro.

Banner
Banner
Banner

31 agosto

CorriereSavigliano.TV

.:Cultura:.

Il “giallo” di Fabrizio

SAVIGLIANO - A conclusione della bella ed interessante mostra sui vinili organizzata dall'Associazione Attività e Cultura per Savigliano, domenica 5 ottobre alle 17 al Museo Civico Antonino Olmo (in via San Francesco) avrà luogo la presentazione del romanzo “Un'identità di sangue” di Fabrizio “Papy” Terreno.
L'iniziativa, organizzata dall'Assessorato alla Cultura – Biblioteca Civica in collaborazione con il Museo Civico “Antonino Olmo” e con l'Associazione Attività e Cultura per Savigliano, verrà presentata da Doriano Mandrile e vedrà la partecipazione del gruppo musicale “Brother Mc Kenzie”.

BiciInCittà 2014

bici14bici14bici14bici14bici14bici14

La Vignetta

Banner

Seguici su Facebook

Sentieri sul Maira

Area Abbonati

L'Editoriale

La parte civile

La “parte civile” è una bella espressione usata nei tribunali per indicare coloro che si mettono dalla parte di chi ha subito un torto o patito un danno fisico e morale. Per la Giustizia la parte civile ha anche diritto ad un risarcimento qualora venga riconosciuto il danno subito. È successo qualche giorno fa anche per l’associazione saviglianese “Mai più Sole” che si è vista riconosciuto questo diritto in un tribunale che ha condannato chi aveva molestato gravemente una donna che le volontarie avevano tutelato e difeso. Leggi tutto...

Banner

In edicola

Appuntamenti

Al cinema