Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Paesi

La cicogna è tornata

Sabato scorso, per un paio d’ore, l’Amministrazione di Cavallermaggiore ha vissuto momenti di panico. Sui cieli della città è tornata a svolazzare la cicogna – guarda un po’ – proprio sulla vecchia torre civica, antica sua abitazione rimossa e gettata a suo tempo in discarica. La vicenda finita sui media nazionali (con parentesi in radio con Luciana Littizzetto) era nata a metà gennaio dello scorso anno, quando il sindaco Davide Sannazzaro decise di rimuovere il nido dalla torre. Una scelta non facile per il primo cittadino che, fino all’ultimo, era rimasto in dubbio sull’operazione. Poi era arrivata la decisione d’intervenire per eliminare i disagi, soprattutto quelli igienici, sollevati dai proprietari delle abitazioni confinanti.

A pag. 10

Un nuovo medico di famiglia in paese

Da febbraio il dottor Giuseppe Orrù è di fatto operativo a Cavallermaggiore come medico di base in sostituzione definitiva del dottor Piero Sabena andato nei mesi scorsi in pensione. Trapanese di origine, 54 anni, dal 1995 vive in Piemonte, regione che lo ha adottato nel corso delle sue varie esperienze maturate in Italia e all’estero. Medico del lavoro con una formazione manageriale, il dottor Orrù durante la sua attività ha prestato servizio prima in Trentino Alto Adige e poi si è spinto nel 2007 oltreconfine, in Germania.

A pag. 10

Altri lavori alla casa degli Alpini

Con un decreto ministeriale del capo del Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, sono stati assegnati ai comuni con popolazione fino a 20mila abitanti contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di edifici pubblici, vie di comunicazione, istituti e patrimonio comunale. «Marene, essendo un paese sotto i 5000 abitanti, riceverà fondi per una somma pari a 50.000 euro – spiega la sindaca Roberta Barbero –. Il contributo è conferito per interventi su scuole, strade, edifici e patrimonio locale, con unico vincolo che i lavori vengano iniziati entro il 15 maggio. Come Amministrazione abbiamo deciso di utilizzare tale introito per ultimare le operazioni di rinnovo del caseggiato dove ha sede la sezione degli Alpini».

Questa e altre notizie da Marene a pag. 15

Via la cabina Enel dai giardinetti

In questi giorni il Comune di Murello è intervenuto per mettere in sicurezza l'area intorno alla cabina dell'Enel, sita nella zona dei giardinetti pubblici. L'intervento si è reso necessario visto il grave deterioramento in cui si trova ad oggi questo luogo, frequentato soprattutto da bambini. «Sono in corso trattative con l'Enel per spostare la centrale e ripristinare l’intero sito - annuncia il sindaco Fabrizio Milla -, verrà realizzata una nuova centrale elettrica con il posizionamento di un'altra cabina in una diversa zona, mentre l'attuale struttura sarà demolita».

A pag. 14

«Mi aspetterei critiche più costruttive»

Non si è fatta attendere molto la risposta della sindaca Maria Coppola al consigliere di maggioranza Pietro Gallo, in merito all’intervista rilasciata nei giorni scorsi dove spiegava in modo particolare il suo disappunto verso la richiesta di un’integrazione di pagamento per l’Imu arretrata. «Per quanto riguarda la questione del valore delle aree edificabili, il consigliere esprime critiche senza informarsi dettagliatamente sulla normativa vigente né sulle motivazioni tecniche e politiche che sono alla base dei procedimenti amministrativi».

Tutto a pag. 13