Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Caramagna

Si differenzia di più col nuovo appalto

Reduce della giornata trascorsa all’area ecologica di Strada del Chiosso, dove ha avuto modo d’incontrare una parte della cittadinanza, abbiamo chiesto all’assessore all’Ambiente Dario Colombano quali osservazioni o critiche ha ricevuto. «Ho offerto principalmente delucidazioni riguardo il nuovo appalto di raccolta rifiuti partito lo scorso novembre. Dopo il pensionamento di Paolo Boenzli, l’area è gestita dalla “Roero Service” ed ho voluto constatare di persona i dubbi che i caramagnesi presentavano ai gestori. Ho incontrato persone che sono venute a chiedere semplici informazioni, in particolare sui vecchi sacchi (che sono ancora utilizzabili), altre che hanno fatto richiesta di materiale, altre ancora che si sono informate riguardo la distribuzione di ulteriori sacchi per la raccolta umido. A breve fisseremo le nuove date».

Intervista a pag. 13

«Pulite dove sporcano i cani»

Un paio di anni fa era stata l’Amministrazione comunale a proporre una campagna di sensibilizzazione per la raccolta delle deiezioni canine, fornendo il paese di contenitori e sacchetti per la raccolta. A distanza di tempo, la situazione non sembra essere particolarmente migliorata: i residenti del centro storico lamentano (in particolare nella zona dei portici di via Ornato) la scarsa attenzione dei padroni dei cani nella pulizia delle deiezioni. Anche in altre aree del paese l’attenzione dei proprietari degli amici a quattro zampe è scarsa, tanto che iniziano ad essere esposti sempre più cartelli “fai da te” che invitano a dotarsi di sacchetto, paletta e buona voglia.

A pag. 16

«Mi aspetterei critiche più costruttive»

Non si è fatta attendere molto la risposta della sindaca Maria Coppola al consigliere di maggioranza Pietro Gallo, in merito all’intervista rilasciata nei giorni scorsi dove spiegava in modo particolare il suo disappunto verso la richiesta di un’integrazione di pagamento per l’Imu arretrata. «Per quanto riguarda la questione del valore delle aree edificabili, il consigliere esprime critiche senza informarsi dettagliatamente sulla normativa vigente né sulle motivazioni tecniche e politiche che sono alla base dei procedimenti amministrativi».

Tutto a pag. 13

Giacomo alla guida dei robot spaziali

«Comandare un robot nello spazio? Io l’ho fatto». Questa è la risposta che potrebbe un giorno dare il 18enne caramagnese Giacomo Olivero che insieme ad un gruppo di compagni di scuola dell’istituto Vallauri di Fossano ha conquistato la finale di “Zero Robotics”, competizione internazionale di robotica organizzata dal Mit di Boston in collaborazione con la Nasa e, tra gli altri, il Politecnico di Torino. La sfida consisteva nel creare un programma in grado di far funzionare in modo efficiente alcuni robot destinati alla raccolta di detriti spaziali. Queste piccole macchine a forma di sfera che fisicamente fluttuano all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, in orbita intorno al nostro pianeta, possono essere comandate da lunghe distanze, addirittura dalla Terra.

Di più a pag. 14

Schiuma sospetta nel Rio Molino

Dalla scorsa settimana nel canale del Molino, nel tratto che scorre lungo il fabbricato in Strada Vicinale di Rivoira, è presenta una densa schiuma bianca dovuta, con tutta probabilità, a sversamenti illeciti di sostanze. Il problema era già stato sollevato alcuni anni fa dai pescatori del posto e ora si attendono i risultati delle analisi effettuate dall'Arpa per svelare l'origine dell'inquinamento.

A pag. 14