Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cavallermaggiore

Quattro giorni di gemellaggi in cucina

Tutto è pronto in paese per la 4ª edizione della “Sagra del Gongorzola”, manifestazione organizzata dalla Pro loco in collaborazione con il Comune in programma dal 24 al 27 aprile. Il celebre formaggio erborinato sarà il protagonista assoluto, con pranzi e cene a base di gorgonzola dop, prodotto dall’azienda casearia Biraghi, che ha sede proprio nella cittadina cuneese. Sul fronte culinario si inizierà mercoledì 24 aprile alle 20, per poi proseguire giovedì 25 con il pranzo (ore 12,30) e poi ancora venerdì 26 e sabato 27 aprile con altre cene (alle 20) che si svolgeranno tutte presso l’ex ala comunale e sotto la tecno struttura posizionata in piazza Vittorio Emanuele.

Di più a pag. 10

Nessuno sfugge alle nuove telecamere

Anche a Cavallermaggiore arrivano gli occhi elettronici. Lo scorso giugno la Giunta aveva approvato il progetto per l’installazione di sistemi di videosorveglianza sul territorio. L’intervento, il cui importo è stato quantificato in 135 mila euro, prevedeva due lotti distinti: nel primo s’interveniva con il monitoraggio delle principali vie di accesso al centro urbano, con il secondo ci si concentrava soprattutto su aree di interesse come piazze e scuole.

Leggi tutto a pag. 12

Un tendone per Fuma che ‘Nduma

Un tendone per Fuma che ‘Nduma! Con 5 euro chiunque può “dare un piccolo aiuto” ed ottenere “tutta la nostra gratitudine”, con 10 l’aiuto è un po’ più grande e si ottiene l’invito all’inaugurazione, con 25 anche due biglietti per uno spettacolo, con 40 anche due lezioni di circo, con 50 l’abbonamento per il Festival e l’aperitivo, e poi a salire fino ai 100 per avere un posto con tanto di targhetta con il nome o con 500 euro “il tendone per la tua festa con dj e animazione” e… con 800 euro “uno spettacolo tutto per te”.

I dettagli a pag. 13

«Serve una soluzione per il santuario»

In un momento di totale impasse sulla vicenda della convenzione del santuario dedicato alla Beata Vergine delle Grazie, dai consiglieri di minoranza spunta la proposta di un “tavolo di lavoro”. Dopo incontri ufficiali e non, si auspica che al tavolo di lavoro si possano sedere il sindaco Davide Sannazzaro, i tre ex primi cittadini di Cavallermaggiore (Mauro Mana, Michele Baravalle e Antonio Parodi), il parroco della città don Giuseppe Brunato, un esponente della Curia, uno della maggioranza e uno dell’opposizione e infine un rappresentante degli “Amici del Santuario”.

Per saperne di più leggi a pag. 10

Quella lettera sul portone del santuario

Episodio strano in paese, probabilmente figlio di una tensione legata alla ormai lunga querelle sulla mancata convenzione per la gestione del santuario mariano cittadino. Giovedì scorso, una lettera anonima è stata affissa nella bacheca all’ingresso della chiesa dedicata alla Beata Vergine delle Grazie. Nella missiva (pare) si sia chiesta la celebrazione della Santa Messa in santuario, pena i castighi che potrebbero arrivare dalla Madonna.

Tutto a pag. 12