Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Marinetti andò al funerale di Umberto II, lo sanno al PD?»

Egregio Signor Direttore,

come Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, e come cittadino italiano la cui famiglia ha pagato costi importanti alla nostra libertà, sono moralmente obbligato a rispondere ai vaneggiamenti dell'area politica del Partito Democratico di Racconigi apparsi sulla testata da lei diretta. Premetto che l’Istituto per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, facente parte di Assoarma, sotto la tutela del Ministero della Difesa, è un Istituto apolitico e apartitico ed ha unicamente come obiettivo statutario la salvaguardia del senso dello Stato e la custodia dei più alti Valori e Tradizioni nazionali che si sono perpetuati per secoli anche attraverso la Casa Reale d'Italia. La cerimonia che si è svolta nella parrocchia di Racconigi, luogo dedicato alla preghiera cristiana ed anche al ricordo dei defunti, nulla altro ha significato che ricordare l'anniversario della morte di Sua Maestà Umberto II, nato a Racconigi il 15 settembre 1904 e cittadino onorario della città. Non voglio scendere in discussioni epocali ricordando la quantità di partigiani non comunisti, azzurri e cattolici che combatterono a fianco del Re Umberto II (la storia non va letta in un solo senso come sembra essere l'abitudine di molti). I Fratelli morti per questa Nazione, che ci auguriamo di ritrovare un giorno, non hanno alcun colore politico, non hanno razza e non hanno censo. Sono solamente figli di questa grande Nazione e come tali tutti vanno rispettati. Questo nostro Paese ha bisogno oggi più che mai di più patrioti e di meno anti-italiani. Consiglio ai signori che hanno sollevato la polemica sulla cerimonia di domenica scorsa di riflettere sulla Storia d'Italia e, almeno per una volta, con intelletto e obiettività. D'altro canto, se l'Italia ha scansato il pericolo di fare la fine dei paesi dell'Est lo si deve esclusivamente agli accordi di Yalta che hanno determinato la divisione del mondo in due blocchi contrapposti e collocato l'Italia nella sfera d'influenza americana, e non certo per la volontà dei partigiani rossi che volevano fare dell'Italia un'appendice della Russia di Stalin, fatto importante che nell'enfasi celebrativa della Sinistra è sempre volontariamente sottaciuto o dimenticato. Termino ricordando alla sezione PD di Racconigi intitolata al compianto amico Beppe Marinetti che nel marzo del 1983 quando si seppe la notizia della morte del Re Umberto II, fu proprio Marinetti per primo a sollecitare il sindaco di allora a recarsi in forma ufficiale ai funerali ad Altacomba, e lui stesso partecipò con le lacrime agli occhi. Nel rispetto di un grande uomo come Beppe Marinetti che ebbe la fortuna di conoscere e di stimare personalmente il Re, prego i signori del PD di Racconigi di abbandonare le polemiche e di guardare piuttosto al bene futuro della nostra Patria.

Riccardo Moia Venturini - Delegazione Istituto Naz. per la Guardia d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon, prov. di Cuneo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna