Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

«Perchè i sacchetti si danno all’isola ecologica?»

Riceviamo e pubblichiamo:

A proposito della consegna a domicilio del kit per la raccolta differenziata (consegna caotica, alcune zone si altre zone no): la cosa più assurda è l’avviso rilasciato nella buca delle lettere a chi non è presente, dicendo che può andarlo a ritirare di persona presso l’area ecologica. Chi ha avuto questa bella pensata, che definire demenziale è un complimento? Ha fatto ridere perfino il mio rigido amico generale Arimondi. Spiegatemi seriamente: le persone anziane, chi ha problemi di salute o semplicemente chi non è automunito cosa deve fare? Prendere un taxi? Cercare chi gentilmente l’accompagna? Partire al mattino in pellegrinaggio per ritirare quattro miseri sacchetti muniti di documenti, codice fiscale? E dove va? Io per esempio non so nemmeno dove si trovi questa mitica area ecologica. Non è un luogo che si frequenta per diletto, anche se avrà il suo fascino. Tempo fa questi kit si ritiravano in Comune e andava benissimo. Poi sotto l’Ala di piazza del Popolo e andava benissimo. Perché cambiare? Troppo faticoso? Manca personale addetto (capirai!)? È la ditta incaricata alla raccolta che ha scaricato questa incombenza al Comune? Io direi ai signori del Palazzo, destra-sinistra-centro e sciolti, parlatene in Consiglio e risolvete la questione al più presto e nel frattempo, sempre in municipio, qualcuno legga a alta voce qualcuna delle lettere di protesta che i saviglianesi incavolatissimi pubblicano sui social network. Concludo con un appello. Trovate il denaro mancante per terminare i lavori alla Pietà: questa sì è una cosa seria da non sottovalutare. Io rinunciato alla lotta, i piccioni sono tornati più numerosi sui tetti adiacenti ma me ne frego però…. e sottolineo però….se con i piccioni tornassero i topi, questa volta non li catturo e annego come i 38 precedenti, ma porto la gabbietta-trappola direttamente in Comune e li libero nel corridoio Ci sarebbero altre cose ma è Natale, sorvoliamo. Ai direttori e collaboratori dei giornali locali e a tutti auguro un buon Natale di pace serenità amore e amicizia.

Franco Maina – Savigliano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna