Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Prev Next

«Vogliamo più telecamere»

«Vogliamo più telecamere»

SAVIGLIANO - Se si facesse un sondaggio tra i commercianti, probabilmente molti si direbbero favorevoli alla proposta che, all’indomani dell’ennesima spaccata, arriva dal titolare della gioielleria “Ore&Oro”, presa di mira lo scorso fine settimana dai ladri. «Servono più telecamere: siamo anche disposti a dare il nostro contributo economico, purché si faccia qualcosa per la nostra sicurezza », dice Rino Ambrogio, sostenendo di aver già avanzato questa proposta al sindaco. In prima e a pag. 4

Alstom compra Bombardier

Alstom compra Bombardier

SAVIGLIANO - Adesso c’è l’ufficialità, anche se mancano i dettagli della proposta di matrimonio. Alstom, la multinazionale francese dei treni che ha anche una fabbrica in città, vuole comprare il ramo “trasporti” di Bombardier, colosso canadese famoso per la produzione di aeromobili. L In prima e a pag. 4

Soluzioni green per attrarre turisti

Soluzioni green per attrarre turisti

SAVIGLIANO - Un campeggio glamour nelle campagne, che diventa “base di partenza” per scoprire le bellezze del nostro territorio. È quello che verrà presto inaugurato a Savigliano e che potrebbe dare uno “scossone” al settore, oggi in una situazione di sofferenza. In prima e a pag. 6  

Lievitati i costi dei sottopassi

RACCONIGI - Insieme all’attesa, crescono le previsioni di spesa per i due sottopassi ferroviari di Racconigi. L’intervento dovrebbe costare circa 8 milioni di euro (4 in più rispetto allo studio preliminare), ma gli amministratori non si fanno intimorire ed anzi il sindaco, particolarmente ottimista, ritiene che i cantieri possano aprire a breve e comunque nell’anno in corso.

A pag. 18

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Crolla la cinta dello stadio Il vento abbatte il muretto di cemento

Davanti al crollo di una parte del muro di cinta dello stadio, il primo cittadino Davide Sannazzarro pare abbia detto ai suoi più stretti collaboratori «che di questo passo non finirà mai di spendere per il campo sportivo». L’amara riflessione del sindaco è legata all’ennesimo episodio, questa volta di tipo atmosferico, che ha colpito lo stadio di località San Giorgio nella giornata di martedì scorso. La forte tromba d’aria che si è abbattuta anche su Cavallermaggiore ha fatto crollare una quindicina di metri della cinta della struttura, proprio a pochi passi dalle panchine dove si siedono mister, dirigenti e giocatori pronti all’impiego, nell’area poco distante al palazzetto dello sport.

Leggi tutto a pag. 12

Avis sempre più attiva a Caramagna

Si è svolta sabato in sala Consiglio l’assemblea annuale promossa dalla locale sezione Avis, presieduta da Claudio Bono, segretario Andrea Becchio. Bono ha illustrato brevemente la storia della sezione, dalla sua fondazione (21 novembre 1965), fino ai giorni nostri, presentando l’attuale direttivo in carica. Sono 20 i nuovi soci (6 quelli cancellati perché inattivi) per un totale di 154 donatori, di cui 28 emeriti. Sono 45 le donatrici, 34 i donatori sotto i 35 anni e 107 sotto i 55 anni. Sono state 311 le donazioni lo scorso anno, con un lieve incremento rispetto al 2018.

Tutto a pag. 15

Gli anni d’oro dell’antico feudo

Dopo una serie di restauri, risanamenti conservativi e consolidamenti strutturali durata alcuni anni, una parte del castello è stata destinata a conservare le memorie della scuola elementare che in questo edificio ebbe sede dagli anni Trenta agli anni Settanta del Novecento. Un’altra parte dell’edificio ospita una sezione dedicata a Monasterolo ed ai suoi abitanti nella storia. Infine, una terza è stata dedicata in particolare agli studenti, denominata “Un castello per i bimbi”, che comprende postazioni riguardanti i vari aspetti della vita medioevale, dal cibo alla musica, dalle armi all’abbigliamento, per far conoscere il periodo storico in cui il maniero della nobile famiglia Solaro visse i suoi anni di gloria.

Articolo dedicato a pag. 16

Lavoro e sicurezza ricordando Gibri

Era il 29 agosto 2018 quando Gabriele Alladio, giovane agricoltore marenese, perdeva la vita in seguito ad un incidente sul lavoro. L’attività che più amava svolgere, che praticava con passione, gli è stata fatale. A quasi due anni da quando Gibri ha salutato il mondo terreno, è nata un’associazione culturale che porta il suo nome. A crearla sono stati Vittorio Manghisi (padrino di Gabriele) e Sabrina (sua sorella), con il forte appoggio e sostegno dei genitori del giovane.

Per saperne di più leggi a pag. 14

Centri migranti ormai svuotati

Dopo gli anni dell’emergenza, con il nuovo decreto sicurezza e il nuovo bando per la loro gestione cambia la realtà dei centri di accoglienza per migranti sul territorio. Oltre al “Residence Gattinara” di Savigliano, in queste settimane hanno praticamente chiuso quelli di Caramagna e Cavallerleone. Restano le strutture “Ramè” di Marene e l’ex “Carlo Alberto” di Racconigi, con in media una quarantina di ospiti ciascuno.

A pag. 17

.:Cultura:.

Riparte il “Granda Games”

Dopo lo straordinario successo della scorsa edizione, torna il “Granda Games”, l’evento ludico dell’anno in provincia di Cuneo e manifestazione di punta per l’intera regione Piemonte: un’occasione per tutti gli appassionati di giochi da tavolo, ma anche per coloro che si affacciano per la prima volta a questo “mondo” di curiosare in un universo molto speciale! Protagonista anche l’associazione saviglianese “Espansione Ludica”, tra gli organizzatori dell’evento fissato per sabato 29 febbraio (dalle 10 alle 24) e domenica 1 marzo (dalle 10 alle 18) al suggestivo Movicentro di Bra (accanto alla stazione).

I dettagli a pag. 28

La Vignetta

Seguici su Facebook

Area Abbonati

In edicola

Appuntamenti