Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Prev Next

Arrivano i buoni spesa

Arrivano i buoni spesa

Dei quattrocento milioni stanziati dal Governo per contrastare la povertà durante l’emergenza Coronavirus, circa 110 mila euro sono destinati a Savigliano. «Ci siamo confrontati per decidere come aiutare le persone più bisognose: abbiamo chiesto al Consorzio Monviso Solidale di fornirci un elenco delle persone più in difficoltà. A loro sarà data priorità nella consegna dei buoni spesa», ha spiegato il sindaco Giulio Ambroggio in un video. L’Amministrazione farà stampare una serie di tagliandi dal valore di 10, 25 e 50 euro, che verranno consegnati dai volontari della San Vincenzo e Caritas direttamente a casa dei beneficiari. In prima

Un minuto per chi non c’è più

Un minuto per chi non c’è più

Ieri (martedì), a mezzogiorno, i sindaci di tutt’Italia si sono fermati per ricordare, con un minuto di silenzio e le bandiere dei municipi a mezz’asta, le oltre diecimila vittime dell’epidemia in corso. Sessanta secondi per rendere omaggio alle troppe persone che, in questi tempi di coprifuoco forzato, spesso non hanno neppure avuto la possibilità di essere salutati da chi li ha conosciuti in vita. In prima e all'interno

La trincea dei medici di famiglia

La trincea dei medici di famiglia

SAVIGLIANO - La cornetta del telefono è la protezione più potente che, in questo momento, hanno a disposizione i medici di famiglia, impegnati in prima linea nella battaglia al Coronavirus. Ridotte al minimo le visite in studio, le diagnosi vengono effettuate principalmente via telefonica, mentre si aspettano mascherine e tamponi. In prima e a pag. 3

Saliti a 12 i positivi al virus

RACCONIGI - Il sindaco Valerio Oderda è tornato a parlare ai racconigesi attraverso un video per aggiornare sulla situazione e a dare supporto, rimarcando che nessuno verrà lasciato solo. Oltre ad impegnarsi nella massima trasparenza per diffondere i dati sul contagio, l’Amministrazione comunale ha attivato lo sportello di ascolto con gli psicologi. Venendo alla diffusione dell’epidemia, i positivi salgono a dodici. «Sono casi definiti importati - ha spiegato il primo cittadino - poichè ad oggi non si è sviluppato un nucleo di contagio racconigese e ci auguriamo che continui ad essere così». Cinque persone sono in fase di guarigione, si stanno negativizzando. «Abbiamo una coppia di cittadini in età avanzata e che in questo momento è ricoverata, a loro vanno i nostri migliori auguri - ha aggiunto Oderda -. Altri tre sono in isolamento fiduciario ma per loro la situazione non è complessa dal punto di vista della malattia poichè i sintomi sono leggeri. Quattro casi sono purtroppo riferiti a cittadini che sono ospitati in strutture ospedaliere, o di degenza o riabilitative, dove hanno contratto la malattia. In particolare per due persone c’è preoccupazione per via di precedenti patologie ora aggravate dal virus».

A pag. 18

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Il paese non è più immune al contagio

La situazione sanitaria a Cavallermaggiore non desta particolare preoccupazione all’Unità di Crisi, che tuttavia deve registrare il primo caso accertato di persona contagiata. Si tratta di una donna, già in isolamento precauzionale da tempo, che quando la scorsa settimana ha iniziato a manifestare sintomi compatibili con quelli da infezione da Covid-19 è stata sottoposta al tampone. Sia lei, che la famiglia, continuano a restare in isolamento, anche se le sue condizioni sembrano essere in miglioramento. A darne comunicazione, in un video diffuso tramite i social, il sindaco Davide Sannazzaro, che ha anche approfittato dell’occasione per ricordare le buone norme di comportamento per prevenire il diffondersi del contagio. Altri aggiornamenti riguardano le condizioni delle persone in “quarantena preventiva”, cioè cittadini che potenzialmente sono stati a contatto con persone ammalate, ma senza alcun sintomo.

Per saperne di più leggi a pag. 12

Abitudini cambiate

Non sono molti i negozi di Caramagna che risultano aperti ed in regolare servizio in questi giorni di quarantena. I decreti che si sono susseguiti hanno permesso di tenere le serrande aperte solo ai venditori di generi di prima necessità che, come medici, infermieri e forze dell’ordine, sono a maggior rischio contagio avendo a che fare con un’utenza numerosa. Dimostrando grande senso civico, i negozianti caramagnesi hanno in parte evitato di stravolgere le abitudini dei concittadini, impartendo poche regole (ma basilari) e limitazioni contenute.

Tutto a pag. 14

Cresce la solidarietà e arrivano aiuti

Con la collaborazione degli esercenti locali, il Comune ha attivato già nelle scorse settimane il servizio di spesa a domicilio per le persone in difficoltà. A supporto di questa iniziativa, è stato chiesto anche l’aiuto da parte dei volontari della Protezione Civile, coinvolti nel servizio di consegna. Il mezzo della Protezione Civile è stato pertanto igienizzato, per un costo di circa 240 euro. Ad occuparsi dell’intervento di pulizia è stata la ditta saviglianese Granda Car Service.

Leggi tutto a pag. 16

È nata Costanza, simbolo di rinascita

Per fortuna non c’è solo il pericolo dei contagi: una nota positiva in un periodo difficile, caratterizzato dall’emergenza Covid-19, è che la vita sboccia, ostinatamente, in barba alle avversità! Il 22 marzo, alle 4,29, è nata Costanza. Una nuova piccola marenese che, con il nome che porta (trae origine dal latino e significa “colui/colei che ha fermezza, che è tenace”) non può che essere di buon auspicio in una fase di tempo tanto difficile quanto drammatica come quella che stiamo vivendo. Costanza ha voluto portare sicuramente un segno di riscatto e speranza, venendo alla luce una settimana prima rispetto alla data di scadenza del parto. Al Santissima Annunziata di Savigliano, mamma Alessandra Arrigo e papà Alex Oliviero hanno potuto gioire e stringere tra le braccia la loro primogenita. Per gli abbracci di nonni, zii e amici, purtroppo, ci sarà ancora da aspettare un po’ ma, intanto, tutto il paese regala un sorriso virtuale alla piccola bimba, per voce della sindaca Roberta Barbero, che ha annunciato la nascita in uno dei video di aggiornamento alla popolazione. «

A pag. 17

Milla interviene sui dubbi più frequenti

MURELLO - È arrivata nei giorni scorsi la segnalazione di positività al tampone di un paziente con residenza a Murello che, tuttavia, da mesi non dimora in paese, né risulta domiciliato nella Provincia di Cuneo. «Ad oggi - conferma il sindaco Fabrizio Milla -, non abbiamo casi di contagio segnalati qui da noi. Per il momento posso tranquillizzare i murellesi invitandoli però a non abbassare la guardia. Non disponiamo di altre notizie sullo stato di salute del paziente segnalato, al quale si augura in ogni caso una pronta guarigione». Il sindaco è inoltre recentemente intervenuto per fare chiarezza sugli spostamenti consentiti ai cittadini di Murello, visto il proliferare di norme e prescrizioni che spesso si accavallano nel clima preoccupato e confuso di questi giorni.

Leggi tutto a pag. 15

.:Cultura:.

Con Shame il rap diventa “Astratto”

“...di mestiere voglio fare il paroliere” dice il rapper saviglianese Shame (Fabio Errico) e ad ascoltare il suo nuovo album “Astratto”, uscito su tutte le piattaforme digitali lunedì 30 marzo (o in copia fisica su WhatsApp al 349/8128737), diremo che non ha assolutamente sbagliato mestiere! Il nuovo album contiene 16 brani che hanno visto anche la collaborazione con diversi colleghi storici sparsi in tutt’Italia, a partire dagli storici “L’Elfo” e “Danno”. Ma Shame guarda anche alle giovani leve e nell’album sono ospitati quattro basi proposte da giovanissimi fans con un’età dai 16 ai 20 anni di Trieste, Verona, Roma e Bari che saranno entusiasti di trovarsi a supportare le sue rime! Ci ha raccontato che la quarantena da Covid-19 per ora non gli pesa più di tanto: «ascolto tanta musica, leggo molto, scrivo, creo... Ovviamente mi mancano tanto i palchi, il contatto umano, la mia ragazza Asia, gli amici, ma ho la fortuna di poter lavorare anche da casa». Shame, ricordiamolo, è a Savigliano da quattro anni e proprio qui ha battuto il record mondiale di durata di free-style improvvisando rime per 25 ore consecutive nella vetrina del “28 Lab”, con il supporto (record anche per lui) del dj Calimistik. Oltretutto, proprio in questi giorni, all’“Hip-hop Museum” di Washington DC verrà appesa una targa che ricorda data, luogo e protagonisti di quell’impresa.

Leggi tutto l'articolo a pag. 10

La Vignetta

Seguici su Facebook

Area Abbonati

SPESA A DOMICILIO

In edicola

Appuntamenti