Prev Next

Riorganizzazione in vista alla Cassa

Riorganizzazione in vista alla Cassa

Si sta facendo sempre più vivace, anche se coperta dal consueto riserbo, la discussione sul futuro della Cassa di Risparmio di Savigliano. L’uscita di scena dell’amministratore delegato Giuseppe Allocco apre la corsa per la successione. Leggi l'articolo in prima e a pg. 2

Il Mellea fa meno paura

Il Mellea fa meno paura

Dovrebbero partire in tarda primavera i lavori del terzo lotto del maxi-cantiere per la messa in sicurezza del Mellea, nel tratto tra il ponte di via Ottavio Moreno e quello ferroviario nelle vicinanze della strada per Genola. L’appalto (del valore di circa due milioni di euro) è stato assegnato provvisoriamente ad un’azienda bergamasca, che si è aggiudicata i lavori con un ribasso d’asta di poco superiore al 30%. Continua a pg. 4

Mano tesa a 139 vittime di violenza

Mano tesa a 139 vittime di violenza

Nel 2014 quasi centoquaranta donne si sono rivolte all’associazione presieduta da Adonella Fiorito. La stragrande maggioranza dei casi è di nazionalità italiana, vittima di violenza domestica (fisica e psicologica) da parte di uomini che pensano alla donna come a una proprietà di cui poter disporre a piacimento. Grazie a una rete di sostegno, formata da più di 20 volontarie attive (e centinaia di associate), “Mai+Sole” riesce a dare una chance di riscatto a quasi tutte le donne che chiedono aiuto. Leggi l'articolo a pg. 5

Racconigi è un "peso morto"

Mario Turetta, già direttore dei Beni Culturali del Piemonte è il nuovo direttore della Reggia di Venaria. Il presidente uscente di Venaria, Fabrizio Del Noce, intervistato da "La Repubblica" afferma: «Agganciare subito Agliè, Raccconigi e Villa della Regina vuol dire mettere dei "pesi morti" a Venaria e tirarla in basso".

Leggi le reazioni a pg. 22

Banner
  • Cavallermaggiore
  • Caramagna
  • Monasterolo
  • Marene
  • Altri

Piacenza a capo della Pro loco

Dopo due lunghe stagioni: estate e autunno e ben sei mesi di precariato, la Pro loco ritorna ad avere un suo presidente. Sabato scorso, nel primo direttivo dopo il voto del 18 gennaio 2015, Valentino Piacenza è stato nominato presidente dell'Associazione Turistica Pro loco di Cavallermaggiore.

Leggi di più a pg. 14

Giornata della Memoria con Isacco Levi

Venerdì 30 gennaio a Caramagna verrà celebrato il "Giorno della Memoria" con la presenza di un testimone diretto della Shoah: protagonista della serata sarà Isacco Levi, comandante partigiano ebreo che ha visto deportati 13 familiari ad Auschwitz.

Leggi l'articolo a pg. 21

Assemblea Avis

Martedì 20 gennaio si è riunita l'assemblea annuale dei soci Avis di Monasterolo per l'approvazione, che è stata unanime, del bilancio 2014.

Leggi l'articolo a pg. 17

Trecento milioni di Domito Caffè!

Trentacinque anni di storia di una delle aziende più "gustose" della nostra zona non potevano lasciarci indifferenti e, allora, abbiamo fatto un salto a Marene, per conoscere da dentro la "Domito".

Continua a pg. 11

Tre spettacoli teatrali a favore dell'asilo

MURELLO - Si associa anche Luisella Tropini, caramagnese appassionata di teatro, all'invito rivolto dal sindaco Milla a partecipare alla rassegna teatrale di Murello, fatta di tre spettacoli che andranno in scena il 21 febbraio, il 7 e il 21 marzo.

Leggi l'articolo a pg. 18

Banner
Banner
Banner

CorriereSavigliano.TV

.:Cultura:.

I regni di Flavia e Samantha

Venerdì 30 gennaio alle 18 alla libreria Messaggi Samantha Alloa presenta il libro "La principessa del Regno di Cuori e le Torri Incantate". Sabato 31 gennaio alle 16 nell'ex Chiesa Sant'Agostino, in collaborazione con la Biblioteca Civica, Flavia Franco presentea il libro "Nel regno di Belgarbo".

Scopri di più di queste autrici saviglianesi a pg. 28

BiciInCittà 2014

bici14bici14bici14bici14bici14bici14

La Vignetta

Banner

Seguici su Facebook

Area Abbonati

L'Editoriale

Renzi, una politica senza alternative

È un periodo molto curioso, quello che sta attraversando la politica italiana in questi tempi, con un leader, Matteo Renzi, che sta sulle scatole un po’ a tutti, ma che nessuno ha il coraggio o la forza di buttare giù: basterebbe un solo voto di sfiducia in Parlamento per farlo ritornare a Firenze e cambiare mestiere. Giovane, intelligente, deciso, intraprendente, con un linguaggio e una comunicativa che non usa il filtro del politichese, senza interessi personali da proteggere, è balzato al vertice della politica italiana in modo un po’ rocambolesco, scalzando Enrico Letta dall’oggi al domani, protetto dal Presidente della Repubblica Napolitano. Non eletto nelle ordinarie votazioni politiche è stato però legittimato dal 40% dei voti ottenuto dal suo partito, il Pd, alle elezioni europee, e tutti riconoscono che quei voti sono merito suo. Però, li ha quasi tutti contro. Dicono che parla molto e non attua le riforme, ma per ogni legge o riforma che arriva in Parlamento le opposizioni presentano migliaia di emendamenti e se non fosse che li fa lavorare anche di domenica e di notte, nessuna legge sarebbe ancora stata approvata. Dicono che attua una politica di destra e il leader della Fiom, Landini, dice che si è alleato con i poteri forti, ma il risultato è che Marchionne ha risanato la Fiat che adesso ha cominciato a riassumere operai. E poi, chi sono i suoi oppositori? Un Berlusconi esausto e esaurito che gli si aggrappa alla giacca per poter continuare ad essere considerato? Un Grillo che continua a fare il comico, che adesso vuole uscire dall’Euro e che sta perdendo il meglio dei suoi deputati e senatori? Un Salvini che prima vuole la secessione e dice che i meridionali puzzano, poi se la prende con la legge Fornero, poi con gli extracomunitari, poi con i Rom, senza mai sapere dove andare? E gli sono contro, ma non lo possono dire apertamente, anche gli alleati di centro, Casini e Alfano, perché non hanno un ruolo da protagonisti. Abbiamo un “enfant terrible” alla guida del nostro Governo che nessuno può sopportare, ma che qualche cambiamento sta attuando e portando a termine. Molto per merito suo, ma anche perché non c’è nessuna alternativa credibile che possa sostituirlo.

Banner

In edicola

Appuntamenti

Al cinema